Roma, il cane trova la droga: era nascosta nel bagno

0

E’ stato il cane antidroga del reparto cinofili della Questura a indicare agli agenti della Polizia di Stato il muro dietro il quale era nascosta la droga: 70 grammi di eroina e 50 di marijuana. In manette è finito un 50enne del Sudan, titolare del locale – un internet point – in via Carlo Alberto.

L’INDAGINE – E’ l’esito dei controlli effettuati nella giornata di ieri nelle zone dell’Esquilino e Celio da parte della polizia di Stato. Nell’arco della giornata sono stati predisposti vari posti di controllo durante i quali sono stati controllati 38 veicoli e 85 persone, 28 delle quali straniere; 2 di loro sono state accompagnate all’Ufficio Immigrazione della Questura per accertamenti.
Le verifiche – che hanno visto impegnati oltre gli agenti dei Commissariati Esquilino e Celio e del Reparto cinofili, anche il Reparto Prevenzione Crimine, il Reparto Mobile e la Polfer – hanno riguardato le stazioni Metro Colosseo, Piramide e Circo Massimo.

CONTROLLI – Gli accertamenti poi, estesi anche nei confronti di alcuni esercizi pubblici della zona, hanno portato al ritrovamento della sostanza stupefacente.
Nella circostanza, ispezionando l’Internet point, “Alek” – il cane antidroga – è stato fortemente “attratto” da una presa d’aria all’interno del bagno; qui, nell’intercapedine del muro, i poliziotti hanno trovato e successivamente sequestrato l’eroina e la marijuana. Il 50enne, titolare dell’attività commerciale, è stato accompagnato negli uffici di Polizia per ulteriori accertamenti, al termine dei quali è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il locale è stato sottoposto a sequestro penale, con la successiva sospensione della licenza.

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...

Roma mobilità, al via la gara per l’acquisto di 121 tram

0
"Da lunedì è pubblico il bando per la più grande gara del mondo sui Tram dove viene previsto l'acquisto di 121 convogli per quasi mezzo miliardo".

Thomas Bricca, chi era il 18enne di Alatri morto dopo un colpo di pistola...

0
Il giovane era già stato dichiarato clinicamente morto dopo essere giunto in gravissime condizioni al San Camillo di Roma. I suoi amici hanno fatto alcuni nomi dei presunti responsabili ai Carabinieri