Roma, nomade arrestato al Prenestino. In manette anche altre due persone

0

Proseguono i controlli a tappeto nei quartieri di Tor Pignattara, Tor Tre Teste, Quadraro, Cinecittà, Centocelle e Appio per contrastare la criminalità. Come già nei giorni scorsi, i carabinieri della compagnia Roma Casilina e dell’8° Reggimento Lazio hanno effettuato anche nella giornata di ieri diversi accertamenti che hanno portato all’arresto di tre persone e alla denuncia di altrettante.

GLI ARRESTI – Nello specifico a finire in manette è stato un nomade, italiano, di 42 anni, domiciliato presso il campo nomadi di via dei Gordiani, nullafacente e già noto alle forze dell’ordine, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, che è stato sorpreso dai militari fuori dalla propria abitazione senza avere alcuna autorizzazione scritta da parte dell’Autorità Giudiziaria. Arrestato anche un cittadino brasiliano di 35 anni, nullafacente e già noto alle forze dell’ordine, condotto dai militari al carcere di Rebibbia dove dovrà scontare una pena di cinque mesi per rapina e lesioni personali. Stessa sorte è toccata a un cittadino croato, residente a Roma, di 41 anni, nullafacente e già con diversi precedenti, che i militari hanno condotto a Rebibbia dove dovrà scontare 2 anni e 6 mesi di reclusione per furto aggravato, ricettazione e minacce.

LE DENUNCE – Sono invece scattate le denunce nei confronti di un cittadino del Bangladesh, di 30 anni, trovato, a seguito di un controllo, con addosso alcuni grammi di hashish, e di due romani di 24 e 38 anni, entrambi nullafacenti e già noti alle forze dell’ordine, sorpresi alla guida delle rispettive autovetture senza la patente di guida perché mai conseguita. Per i due romani è scattato anche il fermo amministrativo dei mezzi.

 

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

È SUCCESSO OGGI...