Bivacchi, degrado e scarsa manutenzione: per Villa Sciarra i cittadini si mobilitano

0
Bivacchi, degrado e scarsa manutenzione: per Villa Sciarra i cittadini si mobilitano

ARTICOLI IN EVIDENZA

“Villa Sciarra necessita urgentemente di operazioni di recupero e messa in sicurezza. La mancanza di un presidio ed i cancelli aperti giorno e notte facilitano il transito ed il bivacco di varie persone , impedendo a mamme e bambini di usufruire, in tranquillità, degli spazi della Villa” ha dichiarato la presidente della commissione sicurezza del I Municipio Iside Castagnola che questa mattina, insieme a Dirigente delle Ville e dei Parchi storici di Roma Capitale, Giovanna Alberta Campitelli hanno svolto un sopralluogo nello storico parco di Porta San Pancrazio, tra Gianicolo, Monteverde e il rione di Trastevere.

Il parco, nonostante sia una delle aree verdi di maggior pregio dell’intera capitale, versa da alcuni anni in un vero e proprio stato di abbandono con scarsa manutenzione, presenza di sbandati e cancelli aperti anche di notte senza controllo su chi entra ed esce. L’intervento del municipio arriva dopo le sollecitazioni dei cittadini della zona che domenica 24 maggio hanno organizzato spontaneamente una mattinata di lavoro per ripulire la Villa.

All’incontro di martedì mattina erano presenti anche la Polizia Municipale di Roma Capitale ed alcuni rappresentanti di cittadini e residenti.  Nel corso del sopralluogo la Polizia Municipale ha potuto identificare due uomini che erano accampati tra le sterpaglie in uno dei tanti punti abbandonati della villa. “Quanto accaduto nel corso della visita ha dimostrato che dei problemi e soprattutto dei problemi legati alla Sicurezza – ha affermato Castagnola – non bisogna solo parlare, ma bisogna agire, con azioni mirate di salvaguardia del territorio e ripristino della legalità”. “Non potevamo non dare seguito alle centinaia di segnalazioni di cittadini per la tutela della sicurezza delle famiglie, dei turisti – ha spiegato Castagnola – tra queste il ripristino dell’area cani, in modo da garantire a bambini ed animali una convivenza sicura e non pericolosa”.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...