Bimbo autistico cacciato da un B&B. Bufera a Roma

0
Bimbo autistico cacciato da un B&B. Bufera a Roma

ARTICOLI IN EVIDENZA

Cacciato da un bed and breakfast romano perchè con i suoi atteggiamenti avrebbe potuto disturbare gli altri. È quanto denunciano i genitori di un bambino autistico di 7 anni di Ravenna, giunto a Roma per effettuare un Day Hospital presso il reparto di neuropsichiatria infantile del Bambino Gesù. Di seguito il racconto sul blog www.miofiglioautistico.it, del giornalista e scrittore Gianluca Nicoletti.

IL RACCONTO – «Elena arriva assieme al marito e al piccolo, Roma è scossa dal temporale e il bambino è già nervoso per il viaggio: sorgono problemi per il parcheggio e si apre una discussione quando hanno già scaricato le valigie perchè il titolare comincia a esternare poca disponibilità ad accogliere un autistico che si butta per terra e fa chiasso. Teme che gli altri ospiti possano lamentarsi e nel caso avrebbe dovuto chiamare i Carabinieri- racconta Nicoletti- alla fine ai genitori viene fatto capire che sarebbe meglio che se ne ne andassero. Passano la notte a casa di parenti ad Ardea che dista ben cinquanta chilometri».

LE REAZIONI – “Ritengo sia necessario che il Sindaco Marino chieda scusa a nome della città per l’accaduto – dichiara il presidente del gruppo consiliare  di FI Marco Palma  in Municipio ROma XI – e ritengo sia necessario che sia la stessa amministrazione cittadina a farsi carico per le spese di soggiorno che dovesse affrontare in un prossimo soggiorno romano. Certi episodi ci fanno comprendere come sia ancora lunga la battaglia contro l’ignoranza nei confronti dei diversamente abili con particolare  riferimento ai bambini autistici”.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...