Truffa on line a Roma, vendeva su internet parti di moto rubate

0
Truffa on line a Roma, vendeva su internet parti di moto rubate

ARTICOLI IN EVIDENZA

I carabinieri della Stazione Roma Casalbertone hanno arrestato un cittadino romano di 35 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, che vendeva su internet pezzi di moto-scooter rubati. L’uomo smontava sia le parti meccaniche che la carrozzeria di moto e scooter rubati e li metteva in vendita, con relative foto, su un famoso sito di annunci in internet, estraneo alla vicenda.

L’INDAGINE – I carabinieri sono giunti a lui a seguito di un’attività d’indagine scaturita dalla denuncia di un ragazzo a cui avevano rubato uno scooter di grossa cilindrata e che aveva riconosciuto alcuni pezzi particolari messi in vendita in rete.
I militari, constatato quanto esposto, fingendosi interessati all’acquisto, hanno risposto all’inserzione concordando un appuntamento col venditore.

LA PERQUISIZIONE – Nel giorno stabilito, i carabinieri, sotto la veste di clienti, hanno incontrato l’autore dell’inserzione e, dopo essersi qualificati, hanno ispezionato un garage in suo uso, al cui interno sono state rinvenute le carcasse, i telai e alcune parti smontate di almeno 3 motocicli denunciati rubati ed altre parti meccaniche e di carrozzeria di numerosi motocicli sulla cui provenienza sono ancora in corso accertamenti.
Tutto il materiale è stato sequestrato e affidato ad un deposito giudiziario mentre l’uomo è stato portato in caserma, dove è rimasto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

[form_mailup5q lista=”newsletter generale”]

 

È SUCCESSO OGGI...