L’identità della Regione Lazio pronta a sbarcare all’Expo

0
L’identità della Regione Lazio pronta a sbarcare all’Expo

ARTICOLI IN EVIDENZA

L’Expo occasione per rilanciare il Lazio e la sua economia. Con l”indagine del Censis, commissionata da LazioInnova e presentata oggi ”Il Lazio all’Expo 2015, una lettura unitaria dell’identità e dello sviluppo dei territori regionali” emerge un tessuto ricco e attrattivo, in grado di proporsi con una identità riconoscibile. Il dato primario che emerge è che Per il 56,6% dei cittadini della regione intervistati esiste un’identità del Lazio. I più convinti sono i romani (79,4%), seguiti dai viterbesi (76,6%) e i pontini (70,5%). Per Roma, il Lazio “è una risorsa”.

La pensa così il 63,1% dei cittadini della regione, il 65,1% dei romani, il 59,6% dei reatini, il 58,6% dei ciociari, il 57,8% di chi abita nella provincia di Viterbo e il 55,3% dei pontini. Tantissmi i dati che alla vigilia di Expo restituiscono un quadro importante della nostra regione come luogo attrattivo per turismo e iniziativa economica. E a commentare la ricerca presentata stamattina è stato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.  “Questa ricerca non è solo un’occasione per ragionare ma è un supporto a politiche che possiamo portare avanti. L’Expo è la grande occasione per ridare un’identità a questo Lazio ”pieno”. “Leggere questa indagine- ha aggiunto Zingaretti- ci ha dato una grande soddisfazione e ci riempie di grande responsabilità perchè questo Lazio, che ha un Pil superiore a quello dell’Ungheria e pari a quello del Portogallo, chiede alla politica di essere utile a questo nuovo Lazio che si è costituito. Dobbiamo costruire un nuovo modello sviluppo per rendere competitivo questo territorio”.

“Non a caso una delle “grandi novita” della ricerca è questo straordinario totem di un rapporto sano tra Roma e i suoi territori. Sappiamo quante volte questo è stato un tema irrisolto di odio e amore”. E poi Zingaretti ha sottolineato “questo mix tra tradizione e innovazione tecnologica: nell’area geografica regionale c’è la più grande concentrazione del mondo di storia e antichità e di innovazione tecnologica. In nessun luogo convivono il capitello e il chip in maniera geograficamente così vicina. La nostra sfida è non seguire le sirene che declinano l’innovazione come la rimozione di alcuni punti di forza ma capire come qui si pensa un modello di sviluppo originale e che coglie queste due opportunità”.

Il lavoro del Censis per il presidente della Regione rappresenta “un grande aiuto per capire la strada per andare più veloci. L’Expo è un acceleratore di scelte strategiche compiute e abbiamo l’orgoglio di dire che le suggestioni che lo studio Censis ci lancia sul rafforzamento di questo modello di sviluppo sono credibili e possibili”. Positive anche le dichiarazioni del presidente della Camera di Commercio di Roma, Giancarlo Cremonesi,: “Credo che l’Expo potrà essere una grande occasione di svolta della nostra economia. Abbiamo vissuto anni difficili, di crisi, di aziende chiuse, dall’Expo in poi potremo cominciare una nuova fase, di sviluppo nell’equilibrio e nel rispetto dell’ambiente”. E proprio oggi Uninindustria ha presentato un video a forte impatto emozionale intitolato ”Sulla strada per l’Expo”, realizzato all’interno delle aziende associate operanti in alcuni dei settori più significativi della nostra economia: agroalimentare, turismo ed entertainment, tessile e sistema moda; il tutto per valorizzare al massimo queste eccellenze produttive in vista dell’imminente apertura dell’Esposizione universale a Milano.

[form_mailup5q lista=”regione lazio”]

È SUCCESSO OGGI...