Roma, ladro in casa tradito da una macchia di sangue

0
Roma, ladro in casa tradito da una macchia di sangue

ARTICOLI IN EVIDENZA

I Carabinieri della Stazione di Roma Bravetta, al termine di una breve attività d’indagine, hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, per furto in abitazione, a carico di un 33enne cittadino marocchino, già noto alle forze dell’ordine.

IL FURTO – Il 26 febbraio 2014, l’uomo si era introdotto in un appartamento al primo piano di via Francesco Vettori, nel quartiere Bravetta, dopo aver rotto a mani nude il vetro di una porta finestra, procurandosi una ferita. Una volta all’interno dell’abitazione, il ladro era riuscito a rubare solo alcuni oggetti in oro e denaro per un valore di poche migliaia di euro, poiché fu sorpreso dalla colf presente in casa che immediatamente allertava il 112. Nel corso del sopralluogo, i Carabinieri della Stazione di Roma Bravetta hanno notato delle macchie di sangue e le impronte sul vetro della finestra riferibili al ladro, le hanno repertate e inviate ai laboratori del RIS di Roma.
L’attività d’indagine dei Carabinieri, grazie anche all’esito degli accertamenti effettuati sulle tracce biologiche e sulle impronte rinvenute sul luogo del delitto, ha permesso di identificare e rintracciare l’autore del furto. Così l’Autorità Giudiziaria ha potuto emettere il provvedimento cautelare.
Il 33enne arrestato dai Carabinieri è stato poi condotto ai domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

È SUCCESSO OGGI...