Metro B1 Jonio, Improta: “Non passerà mai un treno ogni minuto”

0
Metro B1 Jonio, Improta: “Non passerà mai un treno ogni minuto”

ARTICOLI IN EVIDENZA

All’apertura ufficiale del nuovo capolinea Jonio della metro B1 gli unici applausi della mattinata sono stati tributati alle forze divine dopo la benedizione che don Gaetano ha portato sulla nuova opera pubblica. Per il resto non sono mancate le proteste, sempre pacate, di lavoratori e cittadini nel grande spazio di ingresso tra via Scarpanto e viale Jonio. Accanto al parroco del Redentore l’assessore ai trasporti Guido Improta ha ascoltato proteste e richieste, e insieme a lui uno stuolo di rappresentanti locali insieme al presidente di Atac, mentre il sindaco Marino era assente giustificato in missione a Vienna. Valmelaina si è risvegliata prestissimo stamattina, Natale di Roma: le prime corse aperte a tutti sono iniziate alle 5.30 mentre fervevano gli ultimi preparativi.

LEGGI ANCHE: Metro B1, apre la stazione Jonio: sarà il nuovo capolinea

Insieme alla biglietteria mobile all’esterno sono giunte in via Scarpanto le forze dell’ordine a presidiare la manifestazione dei lavoratori Intermetro, rimasti senza lavoro, che hanno cominciato a gridare la loro rabbia un’ora prima dell’arrivo delle istituzioni contro le opere mai finite e i loro posti di lavoro scomparsi con la crisi. Poi l’inaugurazione e la discesa sottoterra a oltre  28 metri di profondità e diverse scale mobili. L’ultimo chilometro e mezzo di metropolitana a Roma collegherà le periferia della zona nord est e molti dei pendolari in arrivo dall’hinterland di Salaria e Nomentana: si prevede una utenza giornaliera di almeno altre 30-50 mila persone.

LEGGI ANCHE: Metro B1 Jonio, ecco tutto quello che (ancora) non funziona (FOTO)

Il grande parcheggio di scambio con 250 posti sarà gratuito per gli abbonati Metrebus e costerà 1,50 euro per 12 ore di sosta (2,50 per 16 ore). “Non per fare cassa – ha detto Improta – ma per permettere ai cittadini di vivere la città con i mezzi pubblici”. Sulle frequenze, al momento intorno agli otto minuti a treno, l’assessore ha spiegato: “E’ un problema di tecnologie: quella nuova della B1 che si è sovrapposta a quella vecchia, risalente agli anni ’80, della metro B”. Dunque “è una questione di investimenti, si può sempre migliorare ma non si potrà comunque arrivare a frequenze di uno-due minuti”.

Improta risponde anche alle domande sullo sciopero selvaggio di venerdì, ricordando che per ora si attendono gli esiti della commissione di indagine Atac. Solleva comunque la questione dell’adesione massiccia a uno sciopero indetto da una piccola sigla, lasciando intendere una sorta di “agguato” da parte di molti lavoratori iscritti ad altre sigle sindacali. Sul loro comportamento e sulle possibili sanzioni è stato chiaro: : “I licenziamenti se si attiveranno non saranno in relazione al diritto di sciopero, che prevede al massimo sanzioni pecuniarie o sospensioni, ma a eventuali violazioni dei protocolli operativi dell’azienda”. Ma oggi è il giorno di Valmelaina: la mastodontica opera è quasi completa: in stazione, per ora, si entra solo dall’ingresso di via Scarpanto, nei prossimi mesi aprirà anche l’entrata da Viale Jonio. L’ingresso della struttura multipiano è da via Gran Paradiso, l’orario di apertura sarà dalle 5.15 alle 0.15 da domenica a giovedì e dalle 5.15 alle 2.15 il venerdì e sabato. Per i treni gli orari restano gli stessi: tra le 5.28 e le 23.28, da domenica a giovedì e tra le 5.28 e l’1.26, il venerdì e il sabato. In cima un parco con erba e giochi per i bambini. La struttura è nuova di zecca: da oggi si interfaccerà con i quartieri limitrofi di Tufello, Nuovo Salario, Vigne Nuove e con tutte le periferie dell’area che possono fare riferimento.

Il municipio guidato da Paolo Marchionne sta già lavorando al nuovo piano per la mobilità con l’intento di “portare a Jonio il maggior numero di persone possibile, dopo che nodi di traffico che una volta erano a Porta Pia si sono spostati su piazza Sempione” spiega il presidente del municipio, per evitare di congestionare ulteriormente il traffico del quadrante. “prevediamo un investimento di 100mila euro” per un nuovo corridoio della mobilità, nuove corsie preferenziali, nuovi percorsi, piste ciclabili e parcheggi. L’opera, strategica per la zona è dunque al via: costata 220 milioni di euro, conclusa con quasi tre anni di ritardo sulla tabella di marcia arriva finalmente al suo vero banco di prova.

[form_mailup5q lista=”campidoglio”]

È SUCCESSO OGGI...

incidente gra

Tenta la truffa della carta vetrata: l’incredibile caso a Roma

0
Un nuovo tentativo di truffa della 'carta vetrata', ad opera dei soliti soggetti, e' stato messo in atto nella giornata di ieri, domenica, ed ancora una volta stroncato sul nascere dai poliziotti...

SANITA’. LEONORI: PRESENTATA NEL LAZIO LEGGE PER SICUREZZA TATUAGGI

0
"Dopo mesi di incontri e approfondimenti, questa settimana abbiamo formalizzato la presentazione della proposta di legge per le 'Disposizioni relative alle attivita' di tatuaggio e piercing'. Il tatuaggio spesso viene visto solo...

Codici: assembramenti pericolosi al Sant’Eugenio, a rischio la sicurezza degli utenti

0
Mattinata di ordinaria follia all’ospedale Sant’Eugenio di Roma. Nei pressi dell’ingresso di uno dei Poliambulatori si sono infatti registrati assembramenti pericolosi tra gli utenti in attesa di essere visitati. Segnalazioni raccolte e...

Valle Martella, al via i lavori di rifacimento stradale

0
Oggi, Lunedì 13 Luglio, è partito il progetto di messa in sicurezza delle pavimentazioni stradali della zona di Valle Martella. Si tratta di un intervento finanziato dall’ASTRAL. Quest’ultima, società della Regione Lazio...

Incendio in un ristorante al Tuscolano: momenti di paura

0
Nessun ferito ma tanta apprensione, ieri intorno alle 13, a Roma, per un incendio divampato in un ristorante orientale, in via Enea 58, al Tuscolano. Le fiamme hanno interessato la cucina, e...