Comune di Roma, lavoratori Multiservizi rallentano l’approvazione del bilancio

0
Comune di Roma, lavoratori Multiservizi rallentano l’approvazione del bilancio

ARTICOLI IN EVIDENZA

“Da qui non ce ne andiamo finche” non avremo garanzie”. Era cominciato così il pomeriggio di lotta per i lavoratori di Roma Multiservizi. Ieri l’Aula Giulio Cesare è stata occupata dai dipendenti della società partecipata che rischiano di perdere il posto di lavoro ma soprattutto non hanno sicurezze per il futuro. Hanno deciso di bloccare i lavori dell’approvazione del bilancio e nell’aula consiliare hanno intonato cori come “tavolo subito” e  ”Bella ciao” e contro il sindaco Ignazio Marino. Qualcuno è svenuto per l’emozione,  poi tutti si sono seduti in terra e hanno richiesto incontri con gli assessori competenti per avere garanzie sul futuro.

APPELLO A LASCIARE L’AULA – Inutile l’appello della presidente del Consiglio Valeria Baglio che ha invitato i manifestanti a lasciare l’aula ricordando che “Questa è interruzione di pubblico servizio. Se non liberate subito l’Aula dovremo procedere all’identificazione e alla denuncia di tutti coloro che stanno bloccando i lavori”. Nel corso del pomeriggio i manifestanti avevano incontrato in aula gli assessori Masini,  Marino e Scozzese e con il coordinatore della maggioranza Panecaldo ma non erano rimasti soddisfatti dell’incontro, dopo il quale, a detta di alcuni di loro, “non è uscita alcuna soluzione, anzi ci hanno detto che ci daranno un’altra data per incontrarci di nuovo”. Poi si sono spostati nella protomoteca, ma la giornata non ha portato risposte definitive tranne la rassicurazione di continuare il confronto per evitare i licenziamenti.

APPUNTAMENTO A LUNEDI – Per il consigliere comunale della lista Marchini Alessandro Onorato che ha sostenuto la loro protesta “continua il solito film: si licenzia per dare le commesse alle cooperative con il massimo ribasso”. E Mentre i lavoratori della Multiservizi guardano all’appuntamento di lunedì mattina in Campidoglio quel che è certo è che la pausa forzosa di ieri pomeriggio ai lavori dell’aula Giulio Cesare costringerà la maggioranza a una maratona anche nel fine settimana per approvare entro la scadenza del 31 marzo il bilancio di previsione 2015.

[form_mailup5q lista=”campidoglio”]

È SUCCESSO OGGI...