Massacrato di botte per un giubbotto di una nota marca

0

Due cittadini afgani, di 18 e 23 anni, entrambi irregolari sul territorio italiano, senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma con l’accusa di rapina in concorso e lesioni personali.

Questa notte, in via Cave di Pietralata, i due giovani hanno avvicinato un 25enne romano e dopo averlo colpito con calci e pugni gli hanno rubato il giubbotto “griffato” fuggendo via.

L’ARRESTO – Il 25enne ha immediatamente allertato il 112 cosi  una “gazzella” dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile, intervenuta sul posto, poco dopo, ha rintracciato e bloccato i due rapinatori mentre tentavano di dileguarsi.

La vittima poi soccorsa e visitata presso l’ospedale “San Camillo”, a causa delle ferite riportate ne avrà per almeno sei giorni.

I rapinatori arrestati dai Carabinieri sono stati accompagnati in caserma, dove sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria,  in attesa di essere processati con il rito direttissimo.

Recuperato dai militari anche il giubbotto che è stato riconsegnato alla vittima.

È SUCCESSO OGGI...