Infermieri (s)finiti. Protesta shock all’ospedale di Palestrina

0

Turni massacranti, servizi al di sotto delle minime condizioni di sussistenza, turni e ferie al limite della sopportazione. A distanza di un anno dalle promesse del Governo regionale l’ospedale di Palestrina è di nuovo al collasso. Anzi, le condizioni sarebbero assolutamente peggiorate.

LA PROTESTA – Oggi i lavoratori e i sindacati della Funzione Pubblica Cgil hanno organizzato un presidio fisso davanti al nosocomio Coniugi Bernardini per far sentire la propria voce alle istituzioni. «Da mesi – si legge in una nota – segnaliamo alla direzione generale la situazione intollerabile in cui lavoriamo ogni giorno. Vogliamo dimostrare con i fatti come potrebbe funzionare al meglio questo ospedale con un giusto numero di lavoratori e con strutture adeguate. Grazie alla mobilitazione di questi mesi – continua la nota – abbiamo raggiunto un accordo con la Regione per la situazione die pronto soccorso, ma questo è solo l’inizio. Dobbiamo mantenere alta l’attenzione e costruire una mobilitazione continua perché i problemi di questo ospedale non passano con un’aspirina».

È SUCCESSO OGGI...