Influenza al picco massimo: 600 mila a letto. Superlavoro per i medici

0
Influenza al picco massimo: 600 mila a letto. Superlavoro per i medici

ARTICOLI IN EVIDENZA

Nel Lazio il picco influenzale è già arrivato, infatti gli studi medici stanno rilasciando una decina di certificati al giorno, e l’incidenza  del 10 per 1.000 degli assistiti. Il virus che si va diffondendo è la cosiddetta influenza ”suina”, ma il timore è che possa arrivare dal Nord Europa il ceppo influenzale ben più violento. «La preoccupazione è maggiore perché il calo di persone vaccinate sfiora il 30%» ha spiegato all’agenzia Dire, la segretaria regionale della Federerazione dei medici di Medicina Generale (Fimmg) Maria Corongiu.

LE PAROLE DELLA CORONGIU – «Non vedevo una cosa del genere dal 1999, quando in Italia si vaccinava più o meno il 10% della popolazione – ha spiegato Corongiu. Di solito nel Lazio vacciniamo più di un milione di persone. Quest’anno, anche a causa dell’allarme sui casi di morti sospette a novembre, ci avviciniamo a 600 mila.» Succede così che il lavoro negli studi medici è aumentato esponenzialmente tornando indietro negli anni dal punto di vista della prevenzione. I sintomi di questa forma influenzale sono febbre alta, diarrea, problemi respiratori e l’unico modo per guarire rimane quello di restare a letto e assumere antipiretici per la febbre. La cosiddetta ”suina” comparve nel 2009 e oggi viene compresa tra i virus influenzali presenti nella composizione del vaccino.

PIU’ COPERTI I NATI PRIMA DEL 1957 – Secondo la dottoressa Corongiu sono più coperti i nati prima del 1957, perché virus simili avevano già colpito  in passato. L’appello del segretario della Fimmg è quello di non pensare che sia troppo tardi per vaccinarsi.  «Cerchiamo di recuperare il recuperabile- ha continuato. Il mio invito è di vaccinarsi tutti, non solo chi soffre di patologie importanti come diabetici o cardiopatici ma anche i giovani». La Regione Lazio sta per realizzare a Roma l’apertura nei week-end, di tutti i 18 ambulatori dei medici di medicina generale a cui i cittadini possono rivolgersi. La Fimmg ha creato un’app per tablet e smartphone che consente di avere una mappa con gli indirizzi divisi per quartiere, l’elenco degli esami diagnostici disponibili, i medici di turno e l’elenco degli ambulatori Asl per Asl. L’app ha sinora consentito di registrare  circa tremila contatti”.

[form_mailup5q lista=”regione lazio”]

È SUCCESSO OGGI...

Tivoli, 77enne salvato dalla Polizia. Era scomparso dalla struttura sanitaria in cui era ospite

0
Gli agenti del commissariato di Tivoli diretto da Paola di Corpo, hanno permesso di scrivere un lieto fine ad una storia che ha messo a rischio la vita di un 77enne ospite...

Civitavecchia, 58enne denunciato dalla polizia per ricettazione

0
E’ stato denunciato dagli agenti del Commissariato di Polizia, diretto da Paolo Guiso, un 58enne italiano per la ricettazione di un’autovettura oggetto di appropriazione indebita denunciata nel 2018 dal titolare di una...

Ostia, offre figlio di 3 anni per prestazioni sessuali: arrestato. Il bimbo è sotto...

0
Sul lungomare di Ostia aveva offerto il figlio di 3 anni per prestazioni sessuali in cambio di soldi. L'uomo, un 23enne di etnia rom, è stato denunciato e arrestato dalla guardia di...

Scuola, Campidoglio: a Roma apertura nidi il 9 settembre, scuole dell’infanzia il 14

0
I nidi capitolini riapriranno il 9 settembre, le scuole dell’infanzia il 14. Roma Capitale ha definito il piano di riapertura dei servizi educativi e scolastici dedicati ai bambini da 0 a 6...

Aveva addosso droga, 9 telefoni cellulari e un coltello. Nei guai un 24enne

0
Noto alle Forze dell’Ordine per i suoi trascorsi giudiziari in materia di stupefacenti,  quando stanotte gli agenti del commissariato Viminale diretto da Fabio Abis, l’hanno notato in via Gioberti in compagnia di...