Ss Lazio, Pioli punta sulla qualità. Altro che pari: «Dobbiamo vincere»

0

«Siamo ambiziosi, non firmo per il pareggio. La nostra mentalità è quella di vincere ogni partita». Parola di Stefano Pioli. Il tecnico della Lazio parla alla vigilia del suo primo derby della Capitale.

CHE MATCH – Un match che a Roma è sentitissimo e che sarà importantissimo ai fini della classifica. La squadra di Garcia è seconda, ma dietro di lei ci sono i biancocelesti che inseguono a nove lunghezze di ritardo. Non è tutto perché fatta eccezione per le prime quattro giornate (in cui Mauri e compagni hanno messo insieme solo 3 punti, ndr), l’andamento dalla 5a in poi è il medesimo: 27 punti per entrambe.

PRIMO DERBY – Pioli, all’esordio nella stracittadina, non è spaventato: «L’ambiente ci ha fatto capire cosa significa il derby. Sono molto contento della settimana dei miei calciatori, ho visto una miscela di tensione e concentrazione giusta. Dobbiamo mettere tutta la nostra qualità in campo».

FORMAZIONE  – La formazione sembra scontata. L’infortunio subito da Lulic, che va ad aggiungersi ai vari Ciani, Gentiletti e Braafheid, costringerà il parmense a cambiare un po’ le carte in tavola. Marchetti confermato tra i pali, in difesa sulle fasce agiranno Basta e Radu.

Al centro, al fianco di De Vrij, Cana stringerà i denti dopo il problema lombare accusato con la Samp. Le novità saranno dal centrocampo in avanti, Pioli pensa di passare al 4-2-3-1 per una Lazio tutta fantasia. Biglia e Parolo faranno da schermo davanti alla difesa e copriranno i tre trequartisti.

IN ATTACCO – A destra torna Candreva, dopo i dieci minuti giocati con la Samp e l’infortunio muscolare ormai alle spalle. Vicino all’esterno di Tor de Cenci confermato capitan Mauri e Felipe Anderson. Il brasiliano è in stato di grazia con quattro gol e altrettanti assist nell’ultimo mese.

Pioli non può rinunciare a lui, ma è probabile uno spostamento a sinistra per una sfida tutta verdeoro con Maicon. In attacco ballottaggio aperto tra Djordjevic e Klose. Il tedesco spinge per partire dall’inizio, ma il serbo piace per il gran movimento. Saranno decisive le ultime ore, la Lazio è pronta per il derby e per capire se, veramente, può sognare in grande.

[form_mailup5q lista=”ss lazio”]

È SUCCESSO OGGI...