Benigni, I Dieci comandamenti: «Gli atti impuri e la class action contro la Chiesa»

0
Benigni, I Dieci comandamenti: «Gli atti impuri e la class action contro la Chiesa»

ARTICOLI IN EVIDENZA

Roberto Benigni riesce a battere sè stesso. La 2/a puntata dei Dieci Comandamenti è stata seguita su Rai1 da 10 milioni 266 mila spettatori, con il 38.32% di share (la prima aveva raccolto 9,1 milioni e il 33%). E’ il il terzo risultato assoluto del 2014, dopo la partita dell’Italia ai Mondiali del Brasile contro l’Uruguay.

IL COMMENTO – «Quasi dieci milioni di persone – ha detto Benigni emozionato -, una cosa di un grande calore. Vorrei avere l’indirizzo di tutti gli italiani: gli manderei a casa una torta, una rosa, due gerani, 80 euro». Certo che «a parlare di certi argomenti» come la religione succedono cose strane: «stamattina – ha scherzato il comico toscano – c’era uno che si voleva confessare. Gente che mi voleva destinare l’8 per mille…». Il successo del format cade in un momento particolare, «è Natale ma c’è la crisi. Molti rimangono a casa, altri sono ai domiciliari». Giusto una manciata di secondi per l’introduzione «leggera» e si entra nel monologo vero e proprio.

L’INGIUSTIZIA DELLA PENA DI MORTE – «Non uccidere», un comandamento che «fa impressione solo a pronunciarlo». Cominciano i comandamenti che regolano i rapporti tra gli uomini. «Ed eccoli i rapporti tra gli uomini: si uccidono. La proibizione dell’assassinio è stata formulata per la prima volta proprio nella Bibbia». Occhio a trasgredire, perché «se si disobbedisce agli altri comandamenti si può rimediare, se si uccide neanche Dio può perdonare, perché non può perdonare per conto terzi». Il comandamento «cancella la pena di morte, sempre prevista per motivi economici, strategici, politici e religiosi ma mai per giustizia».

GLI ATTI IMPURI E LA CLASS ACTION CONTRO LA CHIESA
 – Da antologia il commento a «non commettere adulterio»: qui «la chiesa oltre alla numerazione ha cambiato anche il testo: per troppo tempo l’abbiamo letto “Non commettere atti impuri” o “Non fornicare”. Tutto ciò per la castità, quella virtù che i preti si tramandano di padre in figlio. Può essere una grande dote, se praticata con moderazione». Cambiando il comandamento «hanno rovinato generazioni. Pensavamo che Dio s’era fissato su questa cosa ed era lì a controllare noi. Poi scopro che il comandamento se l’era inventato la chiesa. Ma io vi faccio causa! Io e i miei amici di quando avevamo 12 o 13 anni avremmo dovuto fare una class action. La sessualità nella Bibbia, al contrario, è vista come un dono di Dio». In realtà il senso più profondo del comandamento in questione «è proteggere l’amore, non separare l’amore dalla fedeltà».

[form_mailup5q lista=”maledetta tv”]

È SUCCESSO OGGI...

Incendio in appartamento a Roma: due persone in salvo

0
E' un uomo di 35 anni la persona soccorsa e trasportata al Policlinico Gemelli di Roma per un incendio che si e' sviluppato in uno stabile di via Monte Parioli, a Roma....

Campidoglio, accolto l’appello di Roma Capitale contro la Regione Lazio per l’utilizzo degli immobili...

0
La Corte d’Appello di Roma ha accolto quasi integralmente le istanze dell’Amministrazione capitolina dichiarando di fatto la nullità della sentenza di primo grado e nel merito respingendo la domanda risarcitoria e di...

Terribile incidente stradale alle porte di Roma: 4 persone ferite

0
Incidente stradale con feriti alle 5.40 di stamattina al chilometro 10.700 di via Tiberina, a Castelnuovo di Porto. A scontrarsi, un'auto e un mezzo pesante.Sono rimaste ferite quattro persone, due in maniera più...
regione lazio

LAZIO, DI BERARDINO: “ULTERIORI 39 MILIONI PER CIG”

0
"Il decreto Rilancio ha messo a disposizione della Regione Lazio ulteriori 39,147 milioni di euro per la cassa integrazione in deroga, risorse che si vanno ad aggiungere ai 307,175 milioni che erano...

Roma: prefetto Pantalone a fine mandato, bilancio di 15 mesi

0
Domani conclude il suo mandato il prefetto di Roma Gerarda Pantalone, dal 6 maggio 2019 in via IVNovembre. E' il Viminale, sul suo sito, a tracciare il bilancio di una intensa attivita'...