Rivoluzione Uefa: Nations League e nuovo Europeo

0
Rivoluzione Uefa: Nations League e nuovo Europeo

ARTICOLI IN EVIDENZA

È una vera e propria rivoluzione quella che annuncia l’Uefa sul tema delle competizioni europee. Si tratta di
una nuova competizione per Nazionali e un nuovo meccanismo per completare il gruppo delle 24 finaliste al Compionato Europeo di Calcio, a partire da quello itinerante del 2020.

NATIONS LEAGUE –  Come si legge sul Corriere dello Sport la Nations League ridurrà sensibilmente il numero di amichevoli, incidendo sulla competitività che può dare un torneo vero, e porterà nuova linfa, nuovi diritti tv, magari più corposi, da distribuire in anticipo alle federazioni. A conti fatti se l’anno pari garantirà sempre un campione del mondo o d’Europa, quella dispari assegnerà la nuova Coppa e la alzerà la vincente della Nations League; che poi metterà in modo un meccanismo di play off andata e ritorno tra le 16 capolista dei quattro gruppi (A, B, C e D, un tabellone stile Coppa Davis con quattro partite che serviranno a individuare le 4 da aggiungere alle 20 già promosse alla fase finale dell’Europe mediante il collaudato meccanismpo dei gironi di qualificazione. Non solo: la Nations League diventerà anche una porta per il Mondiale del 2022: ma in quel caso andrà stabilita la modalità in base al numero di posti assegnati all’Europa. Così come resta un nodo irrisolto quello della Nations League 2021, che si incrocerà con la Confederations Cup.

IL FORMAT E LE DATE – Nella prima Uefa Nations League, quella che oltre al trofeo finale assegnerà i 4 posti vacanti dell’Europeo 2020, le 54 federazioni nazionali saranno suddivise in quattro gruppi sulla base del ranking per coefficienti. Questi gruppi saranno ulteriormente suddivisi in gironi da tre o quattro squadre. Le squadre di ciascun girone si affronteranno in casa e fuori casa tra settembre e novembre del 2018. Le vincenti dei gironi si qualificano per le fasi finali a quattro (è il caso delle squadre del gruppo A, quelle con il ranking più alto) o ottengono la promozione (per i gruppi B,C e D). Le ultime in classifica di ogni gruppo retrocedono in quello dietro. Le gare della fase a gironi della Nations League si svolgeranno nell’arco di sei giornate da settembre a novembre 2018. Le fasi finali a quattro alle quali parteciperanno le vincitrici dei quattro gironi del Gruppo A si disputeranno nel giugno 2019 e assegneranno la Coppa. Le qualificazioni europee per Euro 2020 cominceranno nel marzo 2019. Sono previste due giornate di gara a marzo, giugno, settembre, ottobre e novembre 2019. In totale, ci saranno sei gironi da cinque squadre e quattro gironi da sei squadre (dieci gironi complessivamente) che si confronteranno nell’arco di dieci giornate (come accade già ora). La vincitrice e la seconda classificata di ciascun raggruppamento accederanno alle fasi finali di Euro 2020 (giugno 2020). I quattro posti ancora disponibili verranno assegnati alle vincitrici dei 4 gironi dei 4 gruppi della Nations League negli spareggi in programma nel marzo 2020.

 

È SUCCESSO OGGI...