Rai, “Il più grande pasticcere” è amaro. Caterina Balivo delude

0

Gli ascolti de “Il più grande pasticcere” condotto (?) da Caterina Balivo sono stati catastrofici:  5,64 % con 1 milione e 400mila spettatori. Sulla torta di Raidue invece della ciliegina c’è l’ennesimo flop. Teodoli, direttore di Raidue, ha centrato e affondato due prime serate, una dietro l’altra: a quando le sue dimissioni?

LEGGI ANCHE: Rai, ma come (e da chi) si veste Elisa Isoardi? 

IL GRANDE PASTICCERE – Ieri siamo rimasti sbigottiti guardano il tanto atteso programma di Raidue “Il più grande pasticcere”. Abbiamo ricontrollato la locandina dove era riportato: programma condotto da Caterina Balivo. Ma noi non l’abbiamo mai incontrata durante la trasmissione, ovvero c’era una ragazza che le assomigliava, ma era più un fantasma del palcoscenico che la pepata conduttrice di Detto Fatto. Cosa diavolo le era successo? In più la Balivo-copy indossava una tenuta triste e scura, non lanciava sorrisi, immobile come uno stoccafisso, che in mezzo a tanti dolci non faceva un bell’accostamento. Ha pronunciato pochissime parole, fredde e senz’anima, le più ripetute e importanti sono state: «Pasticceri toglietevi il cappello» e «Pasticceri mettetevi il cappello». Sembrava un’esattrice delle tasse, così impegnata nel suo ruolo, da freddare qualsiasi entusiasmo. “Il più grande pasticcere” è anch’esso un format cinese, copiato male tra l’altro, dai vari talent soprattutto lanciati da Sky, come Masterchef.  Il trio dei giudici era molto intenso, cattivi per contratto, soprattutto quando con i loro immensi cucchiai raccoglievano gran parte del dolce da esaminare (dominavano panna, creme, pan di spagna e cioccolata) poi con la loro bocca immensa lo trangugiavano con avidità. Quanto è brutto veder mangiare cibo in televisione. E’ un atto maleducato e anche non facilmente digeribile. Ogni cucchiata raggiungeva le 6mila calorie. Comunque il programma aveva l’intensità di una mousse gustata da altri, confezionato male al montaggio, emozioni zero, forzature tante, a noi che ci aspettavamo uno show di prima serata, siamo rimasti delusi. Forse l’unico aspetto che eccelleva era la banalità. Babànalità al rum ovviamente.

LEGGI ANCHE: Agon Channel, la nuova Tv con la Ferilli e la Ventura

LA STRANA STRATEGIA – Comunque la sorpresa è stata vedere Caterina Balivo spenta, fredda, inquieta, insomma un’altra conduttrice. Ma forse noi siamo ignoranti, non abbiamo capito il talent show. E così abbiamo pensato che visto il tanto denaro pubblico investito, dietro ci sia una strategia dell’astuto Angelo Teodoli direttore di Raidue. Ma quale? Un pensiero ci è sorto subito poiché Caterina Balivo, l’indimenticabile “Del Noce Angel” ha alle spalle solo flop in prima serata “I sogni son desideri” e “Napoli prima e dopo”, probabilmente Teodoli ha deciso di far vedere quasi mai la Balivo, per evitare altri tracolli che purtroppo invece ci sono stati. Oppure lo prevede il format, che la Caterina sia priva di luce mediterranea, allegria, sorrisi e bellezza, insomma leggermente funebre? Ma che format è? Solo a Raidue si vedono certe cose. Non vorremmo che Angelo Teodoli dopo aver eliminato dalla scena televisiva italiana il bravo Facchinetti con un flop d’annata come “Rai Boh”, mentre sta dando gli ultimi colpi a un comico importante come Max Giusti che dopo Supermax (1, 30% share) l’ha spinto a fare un orribile show in prima serata “La papera non fa l’eco” che ha perso nella seconda puntata quasi un punto  arrivando al 4%, insomma che Teodoli, detto Capitan Findus non affossi con la sua incompetenza televisiva anche Caterina Balivo, l’erede annunciata (ma da chi?) di Antonella Clerici che ha toccato solo il 5% con il suo programma? Vedremo. Continua al prossimo flop di Raidue…

(foto profilo facebook)

[form_mailup5q lista=”maledetta tv”]

È SUCCESSO OGGI...