Jobs Act, la Camera approva. Le opposizioni lasciano l’aula

0
Jobs Act, la Camera approva. Le opposizioni lasciano l’aula

ARTICOLI IN EVIDENZA

L’Aula della Camera ha appena approvato il Jobs act. Il testo, approvato  con 316 sì, 6 no e 5 astenuti, ora il provvedimento torna al Senato. L’opposizione non ha partecipato al voto perché prima della votazione  tutti i deputati dell’opposizione hanno lasciato l’Emiciclo.

ATTIMI CONCITATI IN AULA – Dalle tribune del pubblico in Aula si sono levati clamori  mentre parlava Lello Di Gioia (Psi), alcuni spettatori con addosso magliette rosse della Fiom sotto la giacca si sono avvicinate al parapetto. Il vicepresidente Luigi Di Maio ha ordinato ai commessi di allontanarli dalla tribuna. Sono spuntati  anche i cartelli dei deputati M5S con la scritta “Licenziact”. La presidente Laura Boldrini ne ha ordinato la rimozione ai commessi.

L’APPELLO DI ORFINI – L’appello di Orfini all’unità del partito non è servito e  anche Cuperlo, Bindi, Boccia, D’Attorre hanno firmato il documento del gruppo dei 30 che non votano il Jobs Act. Civati dovrebbe proprio aver votato “no”, insieme ad altri 5 della sua corrente, mentre Bersani ha votati il  sì “per disciplina di partito.” Si restringono i margini di approvazione al Senato.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...

15enne accusa l’allenatore di nuoto: «Violentata in un hotel a Roma»

0
Un allenatore di nuoto è stato denunciato con l'accusa di violenza sessuale aggravata nei confronti di una atleta quattordicenne. L'episodio sarebbe avvenuto un anno fa nella Capitale in una camera d'albergo.

Elezioni 2022: ecco qual è l’affluenza alle 12

0
Alle elezioni per il rinnovo della Camera alle ore 12 ha votato il 18,39% degli aventi diritto, quando i dati sono circa alla metà (relativi a 4.014 comuni su 7.904)
Voto Elezioni Tagliando Antifrode

Elezioni, che cos’è il tagliando antifrode sulla scheda

0
Che cos'è il tagliando antifrode? Si entra in cabina elettorale, si vota, si esce ma é dopo non si mette subito la scheda all’interno dell’urna. Come già accaduto per le elezioni del 2018, sulle schede è applicato il cosiddetto tagliando antifrode

Estorsioni, droga e criminalità: arrestati “zì Sandro” e “Marione”

0
Marione e zì Sandro in manette. L’indagine era cominciata nel 2020 e ha ermesso di ricostruire un sistema di vendita di cocaina, hashish e marijuana ben strutturato e smantellato dalla squadra mobile di Roma