Ss Lazio, l’ex Gascoigne: «Bevevo per noia». L’Arsenal l’ha aiutato

0
Ss Lazio, l’ex Gascoigne: «Bevevo per noia». L’Arsenal l’ha aiutato
Ss Lazio, Paul Gascoigne beveva per noia. A Rooney disse che sarebbe diventato un campione

ARTICOLI IN EVIDENZA

Paul Gascoigne, l’ex calciatore della Lazio negli anni ’92-’95, che da anni combatte contro la dipendenza da alcool, ha fatto delle rivelazioni importanti proprio in questi giorni.

LA CURA – Gascoigne, che entra ed esce dagli ospedali dove provano a curarlo (è la birra il suo vero problema ha ammesso), ha spiegato al Sun che le spede mediche sono state pagate da da Arsene Wenger e dall’Arsenal, per una somma di quasi 50.000 sterline. Il tutto è cominciato quando l’ex calciatore non si sentiva bene, si temeva una polmonite, ed è dovuto ricorrere al ricovero.

L’AIUTO – Nonostante gli anni migliori Gazza li ha dati al Tottenham, a quanto pare ad aiutarlo è stato l’Arsenal. Anzi secondo quando racconta Paul Gascoigne il Tottenham gli avrebbe negato anche dei biglietti per vedere la sfida contro il Real Madrid: «Restai con l’amaro in bocca».

Gazza ha raccontato che «beveva per noia». È cosciente del suo stato: «I medici sono preoccupati per me, hanno ragione, ma solo io posso salvare me stesso. Per colpa di questa dipendenza ho perso tante offerte di lavoro».

ROONEY – Parlando di Wayne Rooney: «Se batterà il record di gol in Nazionale di Bobby Charlton, gli farò i complimenti e gli chiederò 40 sterline che mi deve dall’epoca dell’Everton».

Rooney era solo una giovane promessa (parliamo del 2000-2002) e Gascoigne rimase colpito dalla bravura e gli disse «Diventerai un grande campione» e gli passò 40 sterline, e lui ci promise di comprarci una birra.

 

[form_mailup5q lista=”ss lazio”]

È SUCCESSO OGGI...

Treni, stop al distanziamento. È polemica

0
Stop al distanziamento di un metro per i treni a lunga percorrenza. Il Mit annuncia le nuove disposizioni per trasporto ferroviario, previste dal dpcm del 14 luglio. In un comunicato si spiega...

Follia in centro, entra in un minimarket e aggredisce il proprietario

0
E’ entrato in un minimarket in via San Giovanni in Laterano e, dopo essersi avvicinato al proprietario, lo ha colpito con pugni al collo, sul volto e sulla nuca. Poi, dopo aver...