Rally di Roma Capitale, nel weekend grande spettacolo

0

È tutto pronto per la seconda edizione del Rally di Roma Capitale, in programma sabato 8 e domenica 9 novembre per le strade della capitale, che per l’occasione vedrà accendersi i motori ed infiammare le sfide. Insomma sarà un grande spettacolo.

TITOLO – Manca poco quindi per annunciare l’emblematica frase «Gentlemen starts your engines», che darà il via a questo attesissimo evento che, dopo soltanto un anno di vita, è già arrivato a fregiarsi di un titolo nazionale Csai, quello di finale unica del Trofeo Rally Nazionali.

GRANDI PROGETTI – Questa gara lo scorso anno riportò i rallies, le emozionanti sfide su strada, a Roma dopo nove lunghi anni di assenza e proprio per la città eterna l’organizzazione ha disegnato e voluto fortemente un evento che guarda al futuro. Organizzata da Rallyproject.com, con l’imprimatur di Max Rendina, neo Campione del Mondo “Produzione”, colui che ha riportato in Italia un titolo iridato di rally dopo ben 21 anni, la gara insegue l’ambizioso obiettivo di puntare al Campionato Italiano Rally 2015, con la richiesta formalizzata agli organi Federali dieci giorni fa.

LE PAROLE DI RENDINA – «Non ci siamo risparmiati – ha detto Max Rendina, che del rally è l’ideatore e l’anima -, abbiamo cercato di dare a Roma un evento importante, visto che è una delle pochissime Capitali al mondo, ci sono soltanto Atene e Lisbona, che ospitano una gara di rallies. Auspichiamo un grande futuro, per questa manifestazione, ci abbiamo messo l’anima». L’impegno per l’edizione 2014, portata avanti a braccetto dell’Automobile Club Roma, vuol dire molto in termini di persone coinvolte. I numeri descrivono 800 persone in totale impegnate nell’organizzazione, dei quali ben 227 Commissari di percorso, oltre ad un ampio spiegamento di forze per quanto riguarda la sicurezza di pubblico e piloti.

LA GARA – L’edizione 2014 avrà la partenza e l’arrivo (con premiazione) dalla terrazza del Gianicolo, il colle ricco di storia che sorge tra Trastevere e Vaticano, a sud-ovest del Tevere, da dove si gode della migliore vista di Roma. Sessantuno iscritti, vetture e piloti di qualità superiore. Su tutti svetta il numero uno, che sarà l’otto volte campione d’Italia Paolo Andreucci, che sarà al via con la Peugeot 208 T6 R5; poi ci saranno il bergamasco Alex Perico (Peugeot 208 T16 R5) e il valtellinese Andrea Perego (Mitsubishi Lancer Evolution).

Ci sarà anche il vincitore del 2013, il teramano “Dedo”, che salirà su una Mitsubishi Lancer Evolution Gruppo N, poi sarà interessante vedere all’opera con una Renault Clio R3 il napoletano Fabio Gianfico oltre che il trentino Tabarelli (Mitsubishi Lancer Evolution), che punta al titolo del TRN. Per la vittoria assoluta si penserà poi a duelli con protagonisti il veloce frusinate Tonino Di Cosimo (Ford Focus WRC), il piemontese Emanuele Garosci (Citroen C4 WRC) e lo svizzero Max Beltrami (Citroen DS3 WRC).    

LA MADRINA E LE PROVE SPECIALI – La madrina d’eccezione sarà Elenoire Casalegno, la famosa conduttrice televisiva ligure. Alla partenza vi sarà poi lo spettacolo dei gladiatori. La prova spettacolo si terrà all’Eur presso il “Palazzo della Civiltà Italiana”, leggermente più lunga della passata edizione, mentre per le prove speciali il percorso è stato ricavato nella provincia di Rieti, nei tratti montuosi della Sabina. Tre diversi teatri di sfida cronometrati, due dei quali da ripetersi due volte ed uno tre volte, oltre la “piesse” di Roma. La prova più lunga sarà di 27.700 Km, la più breve di 8 Km. La gara misura in totale 400,810 chilometri, dei quali 101,650 di distanza competitiva.

 

[form_mailup5q] newsletter generale

 

È SUCCESSO OGGI...