Cave, ubriaco al volante non si ferma all’alt. Poi picchia i carabinieri

0

La scorsa notte, nell’ambito dei servizi tesi ad arginare i reati contro il patrimonio disposti dal Comando della Compagnia di Palestrina, i Carabinieri della Stazione di Olevano Romano hanno arrestato 2 cittadini nigeriani, entrambi residenti a Cave, con le accuse di resistenza, oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale. I militari stavano percorrendo la s.p. Prenestina quando sono stati sorpassati a forte velocità da una vettura che poi ha proseguito la sua marcia effettuando manovre pericolose.

L’INSEGUIMENTO – I Carabinieri  si sono subito messi all’inseguimento del veicolo il cui conducente, nonostante i ripetuti segnali di alt, ha proseguito imperterrito la marcia guidando in modo sempre più pericoloso. Raggiunti dai rinforzi arrivati dai vicini Comandi di Gallicano nel Lazio e dell’Aliquota Radiomobile di Palestrina, l’auto è stata bloccata. A bordo sono stati controllati 4 cittadini nigeriani, due dei quali, a un tratto, hanno dato in escandescenze aggredendo fisicamente i Carabinieri, motivo per cui nei loro confronti sono scattate le manette ai polsi. Inoltre, il guidatore, evidentemente alticcio, si è rifiutato di sottoporsi al test dell’etilometro ed è stato anche trovato sprovvisto della patente. Per lui,. oltre all’arresto, è scattata anche la denuncia a piede libero per guida senza patente e in stato di ebbrezza. I due esagitati sono stati trattenuti in caserma in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...