Rai, il programma di Caterina Balivo tra rischi e sorprese

0
Rai, il programma di Caterina Balivo tra rischi e sorprese

ARTICOLI IN EVIDENZA

Raidue, la rete guidata da Angelo Teodoli, detto Capitan Findus e da Antonio Marano ancora per poco vicedirettore generale della Rai, conferma la sua indole speciale.

ASCOLTI BASSI – Ascolti bassi e linea editoriale senza un senso, tanti programmi non comunicanti tra loro e accostati casualmente, con il primato di toccare tutti i target esistenti nell’umanità. La domanda che ci poniamo per prima, ma se Raidue non avesse nella programmazione le serie americane e inglesi, che farebbe? Comunque noi amiamo le opere imperfette e certamente Raidue ne è un esempio da esporre al museo della tv. Al centro della sua programmazione, a furor di popolo, c’è la regina della Campania Caterina Balivo. Con il suo Detto fatto continua a dominare in onda con tutta la sua verve, instancabile, una conduttrice di buona volontà, corre nello studio come una podista, si piace quando si guarda nello schermo del primo programma tv ambientato in un frigorifero. Ma noi non vogliamo guardare all’oggi ma pensare al futuro. Tutti sappiamo che Caterina avrebbe solo un vero progetto, quello di condurre un giorno la Prova del cuoco, perché anche Antonella Clerici l’avrebbe incoronata sua erede. Effettivamente Caterina è molto brava a confezionare, da cuoca napoletana, cibi elaborati. Basta vedere come è nato Detto fatto.

IL TRITAFORMAT – Un importante autore dell’Endemol avrebbe utilizzato per confezionarlo un apparecchio costoso e sofisticato, cinese, il Tritaformat, detto anche Mixerai. E’ bastato infilare nel Tritaformat Amanda Lear e Marco Balestri con Il brutto anatroccolo del 1989, (vi ricordate? Una signora bruttina veniva trasformata in star) poi aggiungere, dopo averli spezzettati con cura, una gran quantità di prodotti freschi di Real time dai wedding planner per organizzare nozze low cost, le cake designer per confezionare dolci indimenticabili, i flower designer per agghindare il proprio giardino, poi premere sul bottone del Tritaformat, un’energica frullata e sarebbe uscito Detto fatto. Quindi quando Caterina andrà in onda, in prima serata dal 25 novembre, con il talent dolciario “Il più grande pasticcere”, il cui argomento è molto simile ai “Dolci dopo il tiggì”, grazie al Tritaformat avrà un prodotto dai contenuti più vari. Ma noi che ci diamo pensiero del suo futuro prevediamo che non saranno tutte rose senza spine. Secondo noi Caterina dovrebbe preoccuparsi del fatto che Antonella Clerici non sta andando bene con il programma con i pasticceri. E porsi una domanda: uno show in prima serata su un tema fatto di creme liquide potrebbe essere un azzardo? Noi aspetteremo con ansia i risultati. Nel frattempo registriamo nel tardo pomeriggio di Rai2, un risultato catastrofico con “SuperMax Tv”, versione riveduta e corretta del programma radiofonico di Max Giusti. 
Per questo show tv-radiofonico solo il 2,48% di share. Decisamente poco. Già si parla della prima chiusura di stagione.  Un altro primato per Raidue?

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU MALEDETTA TV DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”5″]

È SUCCESSO OGGI...

Processo d’appello per i due balordi che hanno paralizzato il giovane nuotatore Bortuzzo

0
Il 3 febbraio 2019 con un colpo di pistola due balordi sparano al  ventenne nuotatore Manuel Bortuzzo paralizzandolo su una sedia a rotelle. Oggi la Procura generale ha chiesto la conferma in appello della...

S.Egidio, primo arrivo corridoi umanitari dopo lockdown

0
Dopo aver vissuto lunghi mesi di attesa, dovuti alla crisi da coronavirus, giunge in Italia l'ultimo gruppo di profughi che Papa Francesco ha voluto portare in salvezza attraverso l'Elemosineria Apostolica e la...

Lancia sassi contro un furgone per rapinarlo: paura a Roma

0
I Carabinieri della Stazione Roma Casal Bertone hanno arrestato un 19enne della Costa d'Avorio, senza fissa dimora, con l'accusa di tentato furto aggravato.Transitando su via Tiburtina, altezza Casal Bruciato, i Carabinieri hanno...

Campidoglio, raddoppiano le donne seguite dai Centri Antiviolenza di Roma Capitale

0
Raddoppiano le donne seguite dai Centri Antiviolenza di Roma Capitale: sono 691 le donne in carico alle strutture capitoline a giugno 2020, +100% rispetto all’anno precedente (346 a giugno 2019).   “Questo è un importante segnale:...

RAGGI: ‘STRADE NUOVE’, ECCO VIA APPIA PIGNATELLI

0
"A Roma continua il programma#StradeNuove. Oggi siamo nella periferia sud est, in via AppiaPignatelli. Si tratta di una delle arterie di traffico checonsente l'ingresso in citta' per migliaia di romani ognimattina. Il...