Lunghezza, paura per una rapina in banca: caccia al malvivente

0
Lunghezza, paura per una rapina in banca: caccia al malvivente

ARTICOLI IN EVIDENZA

In due decidono di rapinare una banca e, a bordo di uno scooter a forte velocità e con indosso delle parrucche per camuffarsi, percorrono via Francesco Caltagirone, a Lunghezza, ma incappano nella professionalità di un poliziotto libero dal servizio, che ha riconosciuto nei modi e nell’aspetto dei motociclisti l’inizio di una rapina.

LA DINAMICA – L’agente, in forza al reparto volanti, ha coinvolto nel pedinamento dello scooter il fratello, di professione guardia giurata, per sorvegliare le intenzioni dei due uomini. Giunti davanti a un’agenzia della Banca Intesa, lo scooter si è fermato e i passeggeri, lasciando il motore acceso, sono entrati in banca. Tutto ciò ha dato al poliziotto la conferma di trovarsi davanti a dei rapinatori e ha avvertito subito il 113, descrivendo gli uomini e quanto stava accadendo. Dalla vetrata della banca si vedeva chiaramente il rapinatore con una vistosa parrucca bionda che affrontava una cassiera facendosi consegnare il denaro della cassa.

LA PAURA – Accortisi forse di essere spiati, per uscire dall’istituto i due si sono fatti scudo del direttore per convincere i dipendenti a sbloccare le uscite: il poliziotto, nonostante fosse disarmato, con l’aiuto del fratello ha scelto proprio il momento dell’uscita dalla banca per intervenire e sorprendere i due rapinatori, liberando il direttore. Durante la colluttazione uno dei due malviventi è riuscito a divincolarsi sfilandosi la giacca per cui era stato afferrato e a fuggire, mentre l’altro è stato bloccato e accompagnato negli uffici del commissariato Casilino, dove è stato arrestato per rapina. Il bottino è stato ritrovato in parte all’interno delle tasche del rapinatore arrestato, mentre il resto era nella giacca persa dal rapinatore con la parrucca bionda che, identificato, è attivamente ricercato.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUEQUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

È SUCCESSO OGGI...