Via Livorno, ecco come le baby modelle venivano adescate

0
Via Livorno, ecco come le baby modelle venivano adescate

ARTICOLI IN EVIDENZA

L’inchiesta del fotografo delle modelle pubblicata da Repubblica si allarga.
Sulla scena di Furio Fusco, indagato per induzione alla prostituzione, si affaccia un nuovo protagonista. Una 18enne di cui non si conosce ancora l’identità specializzata nel burlesche.

LA BIONDA MISTERIOSA – «Nel mondo dello spettacolo la conoscono con il soprannome di Marsh Mallow e da ieri è entrata anche lei con un piede nell’inchiesta – scrive Repubblica – che ha portato due giorni fa all’arresto del fotografo accusato di adescamento, prostituzione minorile e produzione di materiale pedopornografico». Questa bionda dagli occhi scuri faceva da ponte tra Fusco e le ragazze, partecipava ad alcuni dei suoi set pornografici, ed era pienamente consapevole di cosa accadesse il sabato e la domenica in quel pianterreno dietro piazza Bologna, nello studio di via Livorno.

COINVOLTI UOMINI DELLA RAI E DI MEDIASET – «Secondo le notizie emerse dall’inchiesta giudiziaria, il fotografo delle minorenni romane avrebbe organizzato anche incontri a sfondo sessuale tra le ragazze e alcuni dirigenti di primo piano di Rai e Mediaset. Viale Mazzini apra un’inchiesta interna per verificare se qualcuno aveva rapporti con il fotografo e chi».È quanto chiedono i deputati del Partito Democratico Lorenza Bonaccorsi (commissione di Vigilanza Rai), Federico Gelli (Affari Sociali) ed Ernesto Magorno (Giustizia).

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

È SUCCESSO OGGI...