Sparatoria in via Torre Gaia: sangue e caos in strada

0
Sparatoria in via Torre Gaia: sangue e caos in strada

ARTICOLI IN EVIDENZA

Un’altra sparatoria al Casilino e questa volta in pieno giorno. Un uomo armato è entrato dentro un’agenzia immobiliare di via Torre Gaia e ha sparato alcuni colpi di arma da fuoco contro il titolare che, almeno secondo una prima ricostruzione del Messaggero, avrebbe a sua volta ha reagito sparando all’aggressore. Entrambi sono feriti. Secondo quanto si è appreso una persona sarebbe rimasta ferita: lui stesso si sarebbe presentato poco dopo al Policlinico di Tor Vergata con ferite d’arma da fuoco ad una gamba. Soccorso dal 118 invece il titolare dell’agenzia immobiliare colto da malore.E’ successo pochi minuti fa. Ancora sconosciuti i motivi dell’agguato. Uno dei due feriti è stato trasportato al policlinico Tor Vergata. Sul posto gli agenti della polizia.

STORIA DI DEBITI – Sono due i feriti della sparatoria avvenuta in via di Torre Gaia, a Roma, intorno alle 13. Secondo una prima ricostruzione, il titolare di una agenzia immobiliare e” stato raggiunto da almeno un colpo d”arma da fuoco ed e” stato colpito all”inguine e a una gamba. Il tutto sarebbe avvenuto al termine di una discussione per motivi economici con la persona che poi ha premuto il grilletto. Quest”ultimo e” stato aggredito dalla vittima, che gli ha procurato una ferita alla testa. Entrambi si trovano in ospedale e non sarebbero in gravi condizioni. Sul posto la Polizia, che sta cercando di ricostruire l”accaduto anche ascoltando alcune testimonianze.

LA SPARATORIA DI CENTOCELLE – I Carabinieri del Nucleo investigativo di Roma hanno arrestato anche il secondo uomo, ritenuto responsabile del ferimento a colpi di pistola di Casimiro Nori, avvenuto la sera del 9 giugno scorso in via delle Mandragore, nel quartiere romano di Centocelle. Si tratta di A.F., classe 1977, romano, con precedenti di polizia, fratello gemello del soggetto gia” fermato il 10 giugno dagli stessi militari. L’uomo risultava già indagato a piede libero per il coinvolgimento nel fatto di sangue. I Carabinieri gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Roma, perche” ritenuto responsabile del tentato omicidio, in concorso con il fratello, e lo hanno condotto a Regina Coeli. Dalle testimonianze sin qui acquisite, il ferimento di Nori sarebbe avvenuto al culmine di una violenta lite per motivi non ancora chiariti che e” degenerata in un conflitto a fuoco.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU TOR BELLA MONACA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”74″]

È SUCCESSO OGGI...