Calcio a 5 Serie A, la Ss Lazio femminile porta lo scudetto in Regione

0
Calcio a 5 Serie A, la Ss Lazio femminile porta lo scudetto in Regione
Serie A calcio a 5, la Ss Lazio femminile premiata da Nicola Zingaretti alla Regione Lazio

ARTICOLI IN EVIDENZA

Le ragazze della Ss Lazio calcio a 5 sono state ricevute dal presidente della Regione Lazio Zingaretti e tutti insieme hanno celebrato e festeggiato questo scudetto vinto dalle biancocelesti al PalaGems dieci giorni fa davanti al pubblico delle grandi occasioni.

LE PAROLE – «Sentitevi a casa vostra, complimenti e grazie per quello che avete fatto. È stato un grande risultato, arrivato dopo tanti anni: per questo abbiamo voluto dare un segnale di vicinanza di tutti i cittadini della regione, al di là del tifo calcistico» ha detto Nicola Zingaretti premiando le atlete che lo scorso 8 giugno hanno conquistato lo scudetto con 34 vittorie su 34 incontri disputati in campionato.

I RECORD – Una stagione da record per le biancocelesti guidate dal tecnico David Calabria, con 350 gol realizzati e una Coppa Italia all’attivo. Nella finale scudetto contro la Ternana è arrivato il quinto titolo per la squadra del presidente Valerio Piersigilli, con l’ultimo trionfo che risaliva al 2008. «Quando una squadra ottiene un obiettivo straordinario come questo – ha aggiunto Zingaretti – è giusto che tutto il territorio sia unito e vicino a voi. Sullo sport stiamo facendo tutto quello che possiamo fare: solo tre giorni fa abbiamo avviato l’iter per una nuova legge, cosicchè chi lo pratica si senta meno solo».

RICONOSCIMENTO – Il governatore ha consegnato una targa al capitano Pamela Presto e un’altra alla brasiliana Lucileia Renner Minuzzo, nominata miglior giocatrice del torneo. In cambio la squadra ha regalato a Zingaretti due maglie biancocelesti, di cui una personalizzata.

«Volevamo darvi simbolicamente un abbraccione – ha concluso Zingaretti – e oltre al premio che avete vinto consegnarvi un piccolo ricordo della Regione, voi che avete lottato anche per chi non se ne era accorto e ora vi vuole dire grazie. Tante volte purtroppo siamo obbligati a occuparci di cose che vanno male, ma quando abbiamo conosciuto la storia di passione e agonismo di una società che ci ha creduto, abbiamo deciso di riconoscerlo e accendere i riflettori. C’è tanto di bello da raccontare  e ci auguriamo di aver fatto passare questo messaggio: siete parte della grande famiglia della Regione».

(Fonte e foto Regione – Dire)

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SULLA SS LAZIO DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”16″]

 

È SUCCESSO OGGI...