Inferno Tuscolana: traffico bloccato, si va a piedi a Arco Travertino

0
Inferno Tuscolana: traffico bloccato, si va a piedi a Arco Travertino

ARTICOLI IN EVIDENZA

Mattinata di traffico paralizzato su Appia e Tuscolana sulla direttrice della Linea A della metropolitana, con scenari da inferno: è quello che stamattina in molti si sono trovati davanti per andare al lavoro. Fino alle 10.30 e oltre la via Tuscolana in direzione centro era letteralmente intasata dalle auto che cercavano di raggiungere negozi e uffici.

SITUAZIONE AL COLLASSO IN TUTTO IL QUADRANTE – Con la metropolitana interrotta da ieri pomeriggio da Arco di Travertino al capolinea di Anagnina la situazione è arrivata praticamente al collasso: stazioni chiuse, macchine ferme, e le navette sostitutive messe in piedi dall’Atac stracolme di passeggeri ma immobilizzate nel pantano del traffico di superficie. La zona delle fermate chiuse, da Porta Furba Quadraro a Numidio Quadrato, da Lucio Sestio a Giulio Agricola fino a Subaugusta, racconta di una città messa in ginocchio dai cambiamenti climatici e dalla sua impreparazione alle piogge, seppur eccezionali. Testimoni raccontano di aver impiegato più di un’ora in macchina per percorrere la distanza di tre fermate della metropolitana. Mentre sui marciapiedi si formavano file di pedoni che come in un pellegrinaggio della speranza (di arrivare) si spostavano lentamente verso la prima stazione metro aperta, quella di Arco di Travertino.

RIPERCUSSIONI SU APPIA E CENTRO – Contemporaneamente nella zona di via Appia il traffico si è intensificato fino a rendere completamente bloccata l’area che va da Stazione Tuscolana a Porta San Giovanni. Inevitabili le ripercussioni sul traffico del centro, con il nodo di piazza di porta San Giovanni e Largo Brindisi, oltre che a Porta Metronia e Terme di Caracalla. I gravi disagi in questo spicchio di città si stanno prolungando nonostante l’avanzare della mattinata.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

È SUCCESSO OGGI...