Su Sistri è caos. 310mila imprese laziali rischiano di pagare

0
Su Sistri è caos. 310mila imprese laziali rischiano di pagare

ARTICOLI IN EVIDENZA

Il Sistri, il Sistema informatico di tracciabilità dei rifiuti, è stato eliminato per le piccole imprese nel corso della primavera. Ma la Cna di Roma lancia l’allarme e mette in guardia le piccole imprese di Roma e del Lazio.

ESONERO NON AUTOMATICO PER LE PMI – L’esonero infatti non è automatico: Cna di Roma ricorda infatti che tutte le aziende che rientrano nell’esclusione devono provvedere singolarmente a cancellarsi dall’elenco del SISTRI e proseguire le comunicazioni con l’attuale sistema cartaceo (registri, formulari e MUD). Se non provvederanno, rischiano di pagare ulteriori contributi.

ECCO LA PROCEDURA DA EFFETTUARE – Ecco dunque come portare a termine con successo la procedura di cancellazione. Per procedere alla cancellazione, è necessario contattare il numero verde SISTRI 800003836 e seguire la procedura di cancellazione suggerita dagli operatori. C’è tempo fino al 31 dicembre per procedere alla cancellazione. L’attuale procedura di cancellazione prevede l’utilizzo della chiavetta USB SISTRI ritirata presso le Camere di Commercio di competenza.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

È SUCCESSO OGGI...