Mma, i guerrieri di Impera Fc3 tornano al PalaTiziano di Roma

0
Mma, i guerrieri di Impera Fc3 tornano al PalaTiziano di Roma
Mma , al PalaTiziano di Roma tornano i guerrieri di Impera Fc3, in gabbia anche Sakara

ARTICOLI IN EVIDENZA

Stanno iniziando i Mondiali di calcio in Brasilema non tutti sanno che nella culla del “futebol” c’è un’altra pratica sportiva che spopola e che si è affermata come secondo sport nazionale: le mixed martial arts.

COSA SONO LE MMA – Nate dall’incontro tra una serie di diverse discipline, che vanno dal brazilian jiu jitsu alla boxe, dal grappling alla thai boxe, le mma consentono ad atleti con diverse specialità di confrontarsi tra loro, combattendo sia in piedi che a terra. In America e in nord Europa si tratta già di un fenomeno di massa e anche in Italia le mma iniziano ad attirare un numero crescente di amatori e atleti, sia dilettanti che professionisti.

MAESTRI – A dare visibilità a questo sport nel nostro paese ci hanno pensato due maestri-imprenditori, Gianfranco Russo e Dario Bacci, che con la loro società “Wulin” sono impegnati nella promozione della cultura delle mma e degli sport da combattimento. Sono loro ad organizzare l’evento più importante d’Italia: “Impera Fighting Championship”, che venerdì 13 giugno tornerà a Roma per la sua terza edizione a partire dalle 20, al PalaTiziano.

«Abbiamo deciso di lanciarci nello sviluppo imprenditoriale delle arti marziali perché siamo convinti che le mma siano un vero e proprio tsunami sportivo – raccontano -, destinato ad imporsi anche in Italia. E vogliamo riuscire a far capire al grande pubblico che questo sport non è sinonimo di violenza: ci sono più infortuni in una partita amatoriale di calcetto che all’interno della gabbia, dove vanno seguite regole rigide a tutela dell’incolumità dell’atleta».

IL PROGRAMMA – Per questa edizione di Impera, sono undici i match in programma, otto di professionisti e due di semi-professionisti, più un superfight di grappling senza limitazioni. Nella categoria 77 kg si sfideranno il livornese Giorgio Pietrini e Marvin Vettori; per la categoria 86 kg, combattono Gianni Erbella Violetti, del Legio’s Team di Alessio Sakara, e Cristian Magro, fighter di Biella.

La card della serata vede impegnati anche Vincenzo El Orafy, campione europeo e intercontinentale di K-1, che sarà atteso nella gabbia da Manolo Scianna, mentre Alessio Di Chirico, ancora imbattuto in carriera, dovrà vedersela, nella categoria 84 kg, con Gheorghe Gritko. Sfida accesa anche tra Fabio Ciolli e Leonardo Zecchi per la categoria dei 70 kg, mentre nella cat. 77 kg il giovane e promettente Davide Caruso, del Team Aventador, dovrà fronteggiare Raffaele Spallitta, del Ligorio Top Team.

Sarà un incontro agguerrito anche quello tra due dei 70 kg più aggressivi d’Italia: Marco Giustarini e Wadi Tergui, del Kalid Fight Team di Cecina. Infine, per la categoria dei 70kg si sfideranno Giuliano Pennese, dell’Hung Mun di Roma, ed Elia Madau, dello Stabile Team di Novara. Previsto anche un super incontro di grappling, senza limitazioni, tra due dei migliori lottatori del panorama italiano ed internazionale: Bruno Ivan Tomasetti, del team Aeterna Jiu Jitsu, campione nel judo e nel brazilian jiu jitsu, e Lamberto Raffi, grande judoka ed icona del grappling italiano.

GOOGLE GLASS – Lo spettacolo è garantito, anche grazie all’intuizione degli organizzatori, di cui si è molto parlato dopo l’ultima edizione, di sperimentare i Google Glass per la prima volta in un evento di mma, facendoli indossare dall’arbitro durante i match. Una trovata che dà la possibilità al pubblico di rivedere le azioni più spettacolari “con gli occhi dell’arbitro”. I prezzi dei biglietti vanno da un minimo di 15 euro fino a un massimo di 100 per stare a bordo gabbia.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]

È SUCCESSO OGGI...