Scuola, emergenza negli edifici di Roma

0

Oggi gli ultimi studenti che mancavano all'appello hanno preso possesso dei loro banchi. Ma le lezioni non sono ancora iniziate. Almeno non per tutti. Sì, perchè mentre fuori c'è chi continua a preoccuparsi dell'effetto che il traffico alle 7 e 30 del mattino avrà sulla zona dei Fori Imperiali, dentro, in quelle classi "Pollaio", c'è chi non riesce proprio a entrare. Ieri ha fatto il giro di tutto il web il post sui topi alla scuola elementare Sanzio di via del Casaletto. La notizia di oggi è se vogliamo ancora più curiosa. Dal Municipio X segnalano che i bambini stamattina alla Mozart sono stati costretti a portarsi la sedia da casa. I posti in piedi, cioè quelli mancanti, sarebbero stati in tutto 100.

Non sono mancate le lettere di segnalazione e le lamentele da parte dei genitori. Su internet, invece la discussione si è incendiata. Cito solo due commenti: «Mi chiedo se possa definirsi civile una città in cui i genitori siano costretti a portarsi da casa la sedia per far sedere in classe il proprio figlio» – dice un genitore.
C'è chi un po' più ironicamente consiglia al sindaco Marino di attrezzarsi «con un'armatura durante i suoi giri in bicicletta). Pericolo sedie. Appunto
Ora il guaio è che i casi della Sanzio e della Mozart non sono purtroppo isolati.
Sempre oggi dalla posta del nostro sito Alessandra ci segnala che «all'Istituto Comprensivo Mar dei Caraibi a soli CINQUE giorni dall'avvio dell'anno scolastico i genitori hanno avuto l'amara sorpresa di vedere l'orario del tempo pieno ridotto».

Poi ci sono i nodi irrisolti. Oggi, dati del Campidoglio, ci sono "32 somme urgenze inevase". Detto in parole semplici, 32 casi gravi, ma mancano i fondi per intervenire. Servirebbero almeno 20 milioni di euro e il Governo ha assegnato a Roma Capitale solo 14 milioni. E così solo 7 istituti "fortunati" beneficeranno del piano di manutenzione. Se saliamo di grado scolastico, alle superiori, la situazione è se vogliamo anche peggio. Oggi Il Messaggero citava un dato preoccupante: «Un liceo su due a Roma versa nel degrado». Ci sono però anche le belle notizie. A due mesi dall'incendio oggi ha riaperto i battenti il liceo Socrate. Ieri è toccata invece alla Sciascia, dove sono riprese le lezioni dopo il cedimento di un pilastro e conseguente sgombero. Due esempi positivi per la nostra città, ma siamo ancora nel campo delle eccezioni. Ma la scuola non era "il governo delle regole"?
Carmine Seta

È SUCCESSO OGGI...

Aveva addosso droga, 9 telefoni cellulari e un coltello. Nei guai un 24enne

0
Noto alle Forze dell’Ordine per i suoi trascorsi giudiziari in materia di stupefacenti,  quando stanotte gli agenti del commissariato Viminale diretto da Fabio Abis, l’hanno notato in via Gioberti in compagnia di...

Civitavecchia, 58enne denunciato dalla polizia per ricettazione

0
E’ stato denunciato dagli agenti del Commissariato di Polizia, diretto da Paolo Guiso, un 58enne italiano per la ricettazione di un’autovettura oggetto di appropriazione indebita denunciata nel 2018 dal titolare di una...

Tivoli, 77enne salvato dalla Polizia. Era scomparso dalla struttura sanitaria in cui era ospite

0
Gli agenti del commissariato di Tivoli diretto da Paola di Corpo, hanno permesso di scrivere un lieto fine ad una storia che ha messo a rischio la vita di un 77enne ospite...

Coronavirus, oggi nel Lazio dieci nuovi casi: 6 di importazione

0
Oggi registriamo 10 casi e un decesso. Di questi sei sono casi di importazione: due casi di nazionalità del Bangladesh, un caso da Spagna, un caso da Turchia, un caso da Romania...

Scuola, Campidoglio: a Roma apertura nidi il 9 settembre, scuole dell’infanzia il 14

0
I nidi capitolini riapriranno il 9 settembre, le scuole dell’infanzia il 14. Roma Capitale ha definito il piano di riapertura dei servizi educativi e scolastici dedicati ai bambini da 0 a 6...