Marino: «Falcognana? Decide il commissario»

0
 

«Il sindaco e il Comune hanno poteri limitati. In questo momento la gestione di Falcognana, se lì sarà' fatta la discarica, è nelle mani del Governo che ha nominato il commissario che deve prendere questa importante decisione». Così il sindaco di Roma, Ignazio Marino, nel corso di un'intervista radiofonica a Radio Popolare Roma.

«Non ho alcuna intenzione di entrare in polemica con nessuno – ha poi risposto Marino commentando le parole dell''onorevole Renato Brunetta sui poteri del commissario- Ma è' il Governo, sostenuto dallo stesso Brunetta, che ha l''autorità di nominare un commissario, che ha dei poteri che vanno al di là' di quelli dei sindaci o dei presidenti di Regione. E lo ha fatto. Tutto ciò' si è determinato perchè negli ultimi 5 anni una scelta non è stata presa e la Giunta Alemanno non ha deciso nulla su Malagrotta. E' stata commessa un''infrazione nei confronti dell''Europa che ci ha multato. Per questo il Governo ha nominato un commissario, perchè il Comune non è stato capace. Malagrotta è la discarica più grande e pericolosa d''Europa e quindi è indispensabile che venga chiusa – ha aggiunto Marino – Doveva essere chiusa la scorsa consiliatura e non è stato fatto, io ho preso l''impegno e Malagrotta chiuderà. Ad ogni modo quello dei rifiuti è un tema che deve essere trattato con una visione che parta dall''incremento della raccolta differenziata: dobbiamo aspirare, come Novara e Salerno, ad arrivare al 70%, e stiamo investendo in molti municipi da diverse settimane. Inoltre stiamo studiando come vengono smaltiti i rifiuti in tutto il pianeta, da Sydney a Tel Aviv e Los Angeles». 

(Dire)

È SUCCESSO OGGI...