Meteo, settimana soleggiata con qualche acquazzone nel pomeriggio

0
 

“Vivremo una settimana senza picchi di calore, con periodi soleggiati e intervallati da episodi temporaleschi che faranno da cornice a un'estate mediterranea”. Lo annuncia il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera.

Per il momento non sono attese perturbazioni, anche se non potremmo parlare di stabilità assoluta. “Avremo giornate estive a due facce – dice Nucera -. Al mattino dominerà il sole, al pomeriggio appuntamento con acquazzoni e temporali su Alpi, Prealpi e dorsale con interessamento di Nord Ovest, Valpadana e coste tirreniche. Nelle zone soggette alle precipitazioni si avranno inoltre notevoli sbalzi di temperatura, con cali fino a 10 gradi in poco tempo. In serata, a parte qualche eccezione, tutto tornerà alla normalità. “Questo accade perché l'anticiclone delle Azzorre non si distenderà con decisione sul Mediterraneo, lasciando la nostra Penisola a venti freschi dai Balcani”, spiega il meteorologo.

Pericolo fulmini, alcuni consigli. “Durante i temporali, è bene prestare attenzione ai fulmini perché rappresentato un pericolo – avvertono da 3bmeteo.com -. Se siamo sorpresi da un temporale, meglio evitare di trovare riparo sotto un albero o un palo, rimanendo lontani dai tralicci dell'alta tensione. Ideali sono i luoghi chiusi come abitazioni, baite, rifugi e autovetture. In casa non utilizzare apparecchi elettrici come l’asciugacapelli o il ferro da stiro. Anche l'acqua è un buon conduttore di elettricità per cui sarebbe meglio non rimanere in mare durante il temporale. Inoltre la spiaggia è un luogo aperto e potremmo attirare i fulmini”.

Caldo e afa contenuti. “Quest'anno il caldo è per il momento molto più contenuto rispetto al 2012 – conclude Nucera -. Anche durante la settimana le temperature risulteranno nella norma, comprese tra 28 e 31 gradi da nord a sud; picchi fino a 32/34 gradi si registreranno solo su zone interne e nei grossi centri urbani. Un po' di afa si prevede solo in Valpadana e nelle vallate interne di Toscana, Lazio, Puglia e Basilicata”.

È SUCCESSO OGGI...