Cinema, 3.4 milioni per digitalizzare le sale

0
 

In arrivo dalla Regione Lazio 3,4 milioni di euro per digitalizzare le sale cinematografiche del territorio. Il cambiamento sarà obbligatorio dal primo luglio quando i film non saranno più distribuiti sui vecchi formati.

Il governatore Nicola Zingaretti, insieme agli assessori alla Cultura Lidia Ravera e alle Attività produttivde Guido Fabiani ha presentato ieri due interventi per sostenere il settore: un bando da 3 milioni e un ulteriore stanziamento di 400mila euro destinato ad associazioni senza scopo di lucro. Per il primo bando si tratta in particolare di fondi europei relativi al piano 2007-2013 che permetteranno un finanziamento con contributo a fondo perduto pari al 70% (stabilito il tetto massimo di 200mila euro non cumulabile con tax credit digitale) . Il secondo provvedimento riguarda invece, oltre alle Onlus anche le sale cinematografiche di comunità attraverso l’utilizzo del fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo 2011.

«Nel nostro intervento- ha spiegato il governatore – c’è un valore sociale: noi interveniamo a difesa e per il rilancio di un patrimonio fondamentale del territorio. Sosteniamo l'imprenditoria che non molla e che non si deve sentire sola in questo passaggio. E' un piccolo grande passo". "Adesso tutti dovrebbero seguire l'esempio di Zingaretti", ha commentato soddisfatto Giorgio Ferrero, presidente Anec Lazio, aderente alla Confcommercio Roma, che ha poi abbracciato calorosamente il governatore. Per Ravera "i cinema non devono chiudere, nessun cinema. Il consumo di un film al cinema è diverso rispetto a quello in casa, perché è collettivo. Sarebbe una vera emergenza culturale se decine di sale fossero chiuse o riconvertite, la cultura e' un'industria e come tale deve essere vissuta, deve innovarsi e non restare indietro".

Secondo Fabiani "per riavviare il processo di sviluppo della Regione bisogna puntare alle fondamenta. La chiusura dei cinema sarebbe un disastro di natura economica. culturale e un messaggio pessimo per la popolazione". Nel Lazio sono operativi 123 cinema per un totale di 437 schermi, di cui 245 digitalizzati. Nel dettaglio: a Roma ci sono 82 cinema con 333 schermi attivi, di cui 208 digitalizzati, a Frosinone sono 8 con 24 schermi, di cui 8 digitalizzati, a Latina 14 con 46 schermi di cui 12 digitalizzati, a Rieti un cinema con 5 schermi tutti digitalizzati, mentre a Viterbo operano 18 cinema con 29 schermi di cui 12 digitalizzati.

Cq

È SUCCESSO OGGI...

Fiumicino e movida: 2 locali chiusi per assembramenti e 3 minicar sanzionate a Fregene

0
Durante lo scorso fine settimana, nel corso dei servizi straordinari di controllo del territorio finalizzati alla repressione dei comportamenti illegali durante la cosiddetta Movida, la Polizia di Stato ha chiuso per 5...

Al Circo Massimo il Rigoletto in tempi di Covid

0
Certo che qualche tradizionalista dell’opera lirica avrà storto il naso nel vedersi il Rigoletto di Giuseppe Verdi in un proscenio fra macchine usate di grossa cilindrata, roulotte e dove i personaggi vestono...

Ostia, cadavere rinvenuto in spiaggia: ecco di chi si tratta

0
Gli agenti della Polizia di Stato hanno identificato il cadavere dell’uomo trovato sulla spiaggia di Ostia, alle 2 del 18 luglio, sul lungomare Amerigo Vespucci nei pressi dello stabilimento “Bonaccia”. I poliziotti del...

Covid-19, nuove speranze dai vaccini di Oxford e della Cina

0
Nello stesso giorno, la rivista scientifica Lancet pubblica due studi che accendono la speranza, anche se l'invito resta quello alla cautela: il vaccino anti-Covid ChAdOx1, messo a punto dallo Jenner Institute della...

Borghesiana, nascondevano in casa 40 kg di marijuana. Denunciati 2 albanesi di 53 e...

0
Nel pomeriggio di ieri, al termine di un’indagine, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Celio, diretto da Maria Sironi, sono riusciti ad individuare un appartamento in viale Prato Fiorito, alla...