Ligabue in concerto all\’Arena di Verona

0
 

Hanno registrato il sold out i 6 concerti di “ARENA 2013”, unici appuntamenti dal vivo in Italia del 2013 di LIGABUE (16 – 17 – 19 – 20 – 22 – 23 settembre) all’Arena di Verona. Gli organizzatori, Riservarossa e F&P Group, ringraziano ArenaExtra per aver concesso le sei date in cui verranno realizzati i concerti. Non erano altresì disponibili date ulteriori che avrebbero permesso di soddisfare l’eccezionale richiesta di pubblico. Il 7 giugno (giorno di apertura delle vendite on line per gli spettacoli del 22 e 23 settembre), infatti, sono state registrate 160.000 richieste a fronte di 22.000 biglietti disponibili e alle ore 11.00 di mattina le persone collegate erano oltre 28.000.

Accompagnato dalla sua band e dall’Orchestra dell’Arena di Verona diretta da Marco Sabiu, LIGABUE torna nell’Anfiteatro, regalando ai suoi fan l’emozione di ascoltare, tra gli altri, brani finora mai arrangiati per orchestra, tutto questo mentre cresce l’attesa per il nuovo disco di inediti a cui il LIGA sta lavorando in studio di registrazione e che uscirà a novembre. La band che accompagnerà il LIGA sul palco dell’Arena di Verona è formata da Federico “Fede” Poggipollini alla chitarra, Niccolò Bossini alla chitarra, José Fiorilli alle tastiere, Luciano Luisi alle tastiere e programmazioni, Michael Urbano alla batteria, Kaveh Rastegar al basso. Come accaduto nel 2011 in occasione della tournée teatrale acustica di Ligabue, gli organizzatori tengono a ribadire la totale distanza dal "secondary ticketing market" contro cui da sempre sono schierati in prima linea.

Tali siti vendono biglietti non autorizzati e maggiorati ingiustificatamente per multipli del prezzo ufficiale, alimentando un vero e proprio mercato parallelo, confusorio ed oneroso a danno del consumatore. Claudio Maioli (Riservarossa) e Ferdinando Salzano (F&P Group) invitano il pubblico a non acquistare biglietti fuori dai circuiti di vendita autorizzati per evitare di incorrere in prezzi maggiorati, biglietti falsi e non validi e per evitare di alimentare questa annosa piaga che crea un grosso disagio al pubblico e alla musica dal vivo. Avvertono inoltre che in questo caso i biglietti SONO ESAURITI, ed è quindi inutile collegarsi a call center a pagamento (vedi call center TicketOne) oppure pagare iscrizioni a siti web che in cambio promettono la disponibilità di biglietti.

Tengono ad informare il pubblico che, in occasione dei sei show all’Arena di Verona, tutti i biglietti saranno validati attraverso il sistema di “Controllo Accessi” e non sarà consentito l'ingresso allo spettacolo ai possessori di titoli d’ingresso irregolari. Il possessore del titolo d'ingresso irregolare potrà essere denunciato alle autorità competenti per incauto acquisto o truffa ai danni del circuito di vendita e dell'organizzatore.

 

È SUCCESSO OGGI...

Villa Ada. Maltratta per anni la compagna con la quale vive in una baracca...

0
Erano anni che i due, senza fissa dimora, trovavano rifugio in una baracca nel parco pubblico di Villa Ada e, dopo qualche anno di convivenza, l’uomo aveva iniziato a bere e, in...

“Multa a chi non usa la mascherina”. Arriva il nuovo provvedimento della Regione Lazio

0
Una ordinanza per multare chi non indossa la mascherina quando e' in compagnia di altre persone. E' la misura annunciata dall'assessore alla Sanita' della Regione Lazio, Alessio D'Amato, nel corso di una...

Movida a San Lorenzo: 4 locali chiusi, 426 persone identificate

0
Nelle ultime due settimane, i Carabinieri della Compagnia di Roma Piazza Dante hanno eseguito costanti controlli nella zona di San Lorenzo, con un dispositivo, presente quasi quotidianamente, di circa 16 militari.Le verifiche...

Magliana, roghi al campo rom: momenti di tensione

0
Incendio oggi alle 16 nell'area boschiva alle spalle del campo nomadi Candoni, a Roma. Le fiamme sono divampate anche all'interno del campo, coinvolgendo alcuni moduli abitativi vuoti. Secondo quanto si apprende, non...

Roma, richiede finanziamento elettrodomestici con documenti falsi: arrestato

0
Una carta di Identità con altre generalità e la sua fotografia, un codice fiscale e una busta paga contraffatte erano le “armi” che un 30enne di Napoli, disoccupato e con precedenti, ha...