Droga, cresce consumo a livello europeo: 85 milioni ne hanno fatto uso

0
 

Ottacinque milioni di cittadini europei hanno fatto uso di droghe nel corso della loro vita e circa tre milioni di persone dichiarano di assumere cannabis ogni giorno. Sono i dati del rapporto annuale dell'Osservatorio europeo sulle droghe e le tossicomanie, che sottolineano come l'utilizzo di stupefacenti è a livelli ''storicamente elevati''. E se i consumatori di eroina, cocaina e marijuana sono in leggero calo, con una conseguente diminuzione di morti per overdose (6.500 nel 2011 contro i 7.000 casi del 2010 e i 7.700 del 2009), le maggiori preoccupazioni provengono dalla crescita delle droghe sintetiche.

Nel 2012 nel continente sono state scoperte 73 nuove sostanze psicoattive sintetiche, vendute spesso su internet. L'anno prima ne erano state identificate 49. Fra le nuove droghe, 19 contenevano prodotti chimici ''poco conosciuti o più oscuri'' e 14 erano a base di stimolanti di sintesi, come anfetamine e ecstasy. Il rapporto dell'Osservatorio di Lisbona sottolinea che il mercato della droga ''è in piena mutazione'' e ''più fluido e dinamico''. Le droghe leggere restano quelle più consumate e se prima la quasi totalità dell'hashish proveniva dal Marocco, oggi in quasi ogni paese vengono segnalate coltivazioni locali, di frequente controllate dalla criminalità organizzata. Nel 2011 sono state sequestrate 483 tonnellate di hashish, 92 tonnellate d'erba e 4,4 milioni di piante.

La cocaina è al secondo posto, con 14,5 milioni di persone che l'hanno consumata almeno una volta nella vita e 2,5 milioni che lo hanno fatto nel corso degli ultimi 12 mesi. Nel 2011 sono state sequestrate in Europa 62 tonnellate di polvere bianca. Per quanto riguarda le altre sostanze stupefacenti, ogni anno 1,7 milioni di persone fanno uso di ecstasy e anfetamine e 1,4 milioni sono dipendenti da oppiacei, come l'eroina. (asca)

È SUCCESSO OGGI...