Operaio ghanese chiama il figlio Silvio Berlusconi

0
 

Anthony Boahene, 39 anni, originario del Ghana si è innamorato del nostro paese nel 2002 quando si stabilì a Palermo per due anni. Nel 2004, mentre Berlusconi era capo del governo, si trasferì a Modena con i suoi figli, Isaac di 11 anni e Nanama di 18 anni. Ma è il più piccolo la "star" della famiglia: ha 8 anni e si chiama Silvio Berlusconi.

Anzi Silvio Berlusconi Boahene. Sì perché quello del premier per lui è solo il nome di battesimo. Il piccolo ha rischiato anche di chiamarsi George Bush o Tony Blair ma il padre, rispondendo alle critiche ricevute per la scelta, ha dichiarato sorridendo: «Credo di dovere a Berlusconi il mio permesso di soggiorno. Volevo dare a mio figlio il nome di un grande capo politico. Mi piace, mi piace tutto di lui».

L'uomo non riesce a capire gli sguardi perplessi di coloro che alla richiesta «come si chiama il bambino» si sentono rispondere S.B. «Cosa c'è di strano? A me la politica non interessa, ma questo nome mi piace tanto – spiega -. E poi Berlusconi è simpatico. Non l'avrei mai chiamato con il nome di nessun altro politico italiano. Speriamo che il nome porti bene – conclude il padre -. Voglio che il bambino faccia politica in Italia, non l'operaio come me». 

È SUCCESSO OGGI...