Flaminio, ladri di biciclette nella strada del film: 2 arrestati

0

Ironia della sorte, due cittadini romeni di 21 e 26 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati, questa notte, dai carabinieri della stazione Roma Flaminia dopo aver tentato di rubare una bicicletta da passeggio proprio in via Pietro da Cortona, location dove fu girata la scena finale del noto film “Ladri di Biciclette”.

E’ in questa via, infatti, che De Sica ha ambientato la scena finale del film Ladri di biciclette (1948). Nell'ultima sequenza, Antonio e il figlio Bruno giungono in Via Pietro da Cortona, strada collegata a Lungotevere Flaminio da una piccola scalinata, dalla quale è visibile, sullo sfondo, lo Stadio Flaminio. Un primo piano di Antonio anticipa quello che sta per succedere: sopraffatto dalla disperazione, l'uomo tenterà a sua volta di rubare una bicicletta incustodita rischiando di essere linciato dalla folla uscente dallo stadio.

Questa notte, invece, c’era una pattuglia di carabinieri che ha sorpreso i due stranieri mentre tentavano di forzare la catena che teneva ancorata una bicicletta ad un palo della segnaletica stradale. Immediatamente bloccati ed arrestati i due “Ladri di Biciclette” sono ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo e dovranno rispondere di tentato furto aggravato.

È SUCCESSO OGGI...

CORONAVIRUS, D’AMATO: «OGGI REGISTRIAMO 20 CASI, DI QUESTI L’80% SONO CASI DI IMPORTAZIONE»

0
“Oggi registriamo un dato di 20 casi. Dei nuovi casi l’80% sono quelli di importazione (16). Di questi casi di importazione 12 hanno un link con voli di rientro dal Bangladesh già...

Roma, prosegue la lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti da parte della polizia: 13...

0
I poliziotti del commissariato Trastevere hanno denunciato, in stato di libertà, un minorenne che, in Piazza San Cosimato, è stato trovato in possesso di 0.9 grammi di marijuana e 21 grammi di...

Coronavirus, in Serbia le bugie di stato

0
Da Belgrado Antonela Riha per Obc (Osservatorio Balcani e Caucaso, periodico on line) scrive che a più di tre mesi dall’annucio dell’epidemia di coronavirus, in Serbia si registra un drammatico aumento di...