Elezioni: patto Pd-Monti? Bersani, basta cabaret. Pdl va all\’attacco

0
 

 

A scuotere i partiti e la campagna elettorale è  il presunto patto di non belligeranza tra Mario Monti e Pier Luigi Bersani. Patto che sarebbe stato siglato ieri mattina, secondo indiscrezioni di stampa, smentite finora solo nella forma.

Ovvero, tra i due vi sarebbe stata una telefonata e non un vero e proprio incontro. Così, Palazzo Chigi, intorno alle 10.30 di ieri mattina, tramite una nota, fa sapere che il premier dimissionario ha contattato telefonicamente ''tra mercoledì e giovedì '' non solo Bersani, ma anche il segretario del Pdl, Angelino Alfano, e il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini.

Insomma, ''i leader – si legge nel comunicato – che hanno sostenuto il governo ora in carica per gli affari correnti. Oggetto dei colloqui sono state alcune nomine di prefetti, la situazione nel Mali e la preparazione del Consiglio europeo sul bilancio dell'Unione europea''. Fonti del Partito democratico, inoltre, confermano che contatti tra i due ci sarebbero stati, ma che non si sarebbe trattato di un faccia a faccia mattutino.

Il diretto interessato, Bersani, nel pomeriggio, durante il lancio della campagna elettorale con i giovani che votano per la prima volta, non fa diretto riferimento alla vicenda e si dice ''non soddisfatto da questa campagna elettorale'' che ''si sta mettendo fuori dai binari, non va bene.

Non staremo nella campagna elettorale fatta solo di politicismo e di cabaret. Sono abbastanza stanco di dover essere registrato solo per parlare di Monti, della desistenza, del Senato o della Camera. Sono allibito che ci sia un inseguimento su affermazioni qualsiasi per avere un titolo davanti a un Paese che ha bisogno di essere ricostruito. Noi parleremo testardamente dell'Italia e degli italiani, senza impressionarci se non ci fanno le luminarie''.

Sempre in merito al presunto patto di non belligeranza, Massimo D'Alema, dal canto suo, sintetizza cosi': ''In diversi paesi europei i socialisti governano anche con i popolari. Può accadere. Il Pd sarà la forza guida del governo, poi in tutti i paesi il partito piu' grande, che prende il 32 – 33%, cerca alleati. E' giusto. Non vogliamo governare da soli, vogliamo costruire una coalizione che dia stabilità al paese''. Per la presidente dei senatori del Pd, Anna Finocchiaro, non bisogna mai parlare ''di non belligeranza'' ma bisogna fare ''un ragionamento piu' profondo. Come Pd siamo convinti che se anche fossimo numericamente autosufficienti dopo le elezioni sia alla Camera che al Senato, una strategia di accordo con i moderati sarebbe molto utile all'Italia''. In sostanza nessuna smentita, cosi' come nessuna conferma di un accordo tra i due in chiave anti-Pdl, anche se il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, si affretta a dire che ''ipotizzare'' un'alleanza post elettorale con il centrosinistra ''e' un film di fantascienza perche' il nostro programma non potra' mai convivere con quello di Sinistra e liberta'''.

L'ipotesi di un patto tra Bersani e Monti scatena il Pdl. Silvio Berlusconi chiede che venga dato il voto ai grandi partiti perche' ''e' naturale un'intesa tra Pd e Lista Monti'', in quanto ''il premier non ha possibilita' di incidere se non appoggiandosi alla sinistra''. Sulla stessa linea il capogruppo al Senato, Maurizio Gasparri, per il quale ''Monti si conferma stampella della sinistra. L'alternativa a questo imbroglio è Berlusconi e il centrodestra''.

Duro il presidente dei deputati, Fabrizio Cicchitto: ''Monti è stato smascherato: sta lavorando per una intesa con la sinistra. E' esattamente il contrario di quello che e' l'atteggiamento generale del Ppe in Europa che è alternativo ai partiti della sinistra''. Per Ignazio La Russa (Fratelli d'Italia), infine, Bersani e Monti sono come i ladri di Pisa: ''Litigano di giorno e spartiscono di notte. Tutti uniti contro il centrodestra''.

asca

È SUCCESSO OGGI...

Locale da incubo, interviene la polizia a Roma

0
Gli agenti del Commissariato di Ladispoli congiuntamente al personale della Polizia Locale hanno concluso un'intensa e mirata attività di controllo, nel corso della quale sono stati sottoposti a verifica alcuni negozi di...

Picchia la compagna davanti ai figli, poi incendia la porta della vicina

0
 Le violenze sono accadute ad Ardea dove i carabinieri della locale tenenza hanno arrestato un 40enne romano gravemente indiziato dei reati di evasione e danneggiamento. L'uomo, in evidente stato di ebbrezza alcolica, ha...

Controlli antispaccio, sequestro di droga e dieci fermi

0
Prosegue senza sosta, da parte della Questura di Roma, l'attività di prevenzione e repressione dei reati inerenti la detenzione e lo spaccio di stupefacenti. A seguito di una segnalazione pervenuta alla Sala...

Furti e borseggi in centro a danno dei turisti: dieci arresti a Roma

0
Proseguono le attività preventive messe in campo dai Carabinieri della Compagnia Roma Centro per arginare il fenomeno dei furti e dei borseggi ai danni dei turisti in visita nel cuore della Capitale....