Baracche tra topi e immondizia (FOTO)

0

La questione nomadi torna ad affacciarsi prepotente all’attenzione dell’opinione pubblica in questi giorni. Svariate le delicate tematiche che ruotano attorno a questa problematica che interessa molto da vicino numerose zone della capitale all’interno della quale sono sorti accanto ai campi nomadi autorizzati, una quantità enorme di accampamenti abusivi abitati da cittadini di etnia rom.

Oggi la denuncia interessa il campo nomadi di Parco de’ Medici, nel Municipio XV. «Il campo in questione rappresenta a dire il vero – dice Augusto Santori, consigliere Pdl del Municipio XV che da anni si occupa della questione rom della capitale – una delle realtà meno problematiche all’interno di Roma, città che invece “vanta” la presenza di accampamenti di ben più complessa gestione».

L’accento della denuncia questa volta viene posto sulla questione dell’igiene. Il campo nomadi di via Morselli infatti è letteralmente invaso dai topi. Proprio accanto all’accampamento si è venuta a creare una vera e propria piccola discarica abusiva; la responsabilità è degli stessi nomadi del campo che all’interno dell’accampamento operano una cernita dei materiali recuperati sulle strade della capitale, conservando per la vendita o per se stessi il necessario e scartando ciò che invece non reputano importante da tenere.

Il cumulo di mondezza che si è venuto a creare nel tempo a fianco dell’accampamento ha portato il campo nomadi di Parco de’ Medici ad essere invaso da una quantità enorme di roditori. Gli animali sostano nelle vie del campo, entrano nelle baracche dei rom che lo abitano, camminano sui tavoli indisturbati, insomma si può tranquillamente dire che abbiano a loro volta occupato un territorio già sotto occupazione.

Santori descrive così una situazione che ha tutta l’aria di essere ai limiti della sopravvivenza e della sicurezza igienica per gli occupanti. «I topi – racconta il consigliere – arrivano ad aggredire fisicamente gli abitanti del campo che hanno mostrato i segni dei morsi dei roditori sul loro corpo. Altro aspetto da sottolineare è che il campo di cui si parla sorge inoltre accanto al sito che ospitava l’ex campo nomadi abusivo di Parco dei Medici, in passato sgomberato, e all’interno del quale morì un bambino anni fa in seguito all’incendio di uno degli alloggi presenti nel luogo. La presenza del campo nomadi di via Morselli – seguita Santori – ci è stata denunciata principalmente dai lavoratori delle aziende. L’accampamento abusivo esistente da qualche settimana – conclude il politico – continua a crescere».

Anna Paola Tortora

È SUCCESSO OGGI...