Mamma ho preso l’aereo (e mi sono smarrito a Fiumicino)

0

Un caso degno di un ipotetico sequel del film "Mamma ho perso l'aereo", in cui l’allora bambino prodigio Macaulay Culkin perde l’aereo su cui si imbarca l’intera famiglia e resta a casa in balia dei catastrofici eventi. Più che altro una riscrittura al contrario visto che stavolta l’aereo l’ha preso proprio il più piccolo, mentre i genitori erano all’oscuro di tutto.

Avranno però perso il loro aplomb tipicamente british quando sono stati informati dagli agenti della Polizia giudiziaria del Da Vinci che il proprio figlio 11enne si trovava nel principale aeroporto della capitale. L’avventura del ragazzino “ribelle” di Manchester è iniziata martedì mattina quando, a seguito di una lite con mamma e papà, ha deciso di raggiungere a piedi l’aeroporto cittadino. Voleva a tutti i costi visitare Roma e così si è diretto verso il terminal partenze, si è mescolato a una comitiva di studenti ed eludendo tutti i controlli di sicurezza (e senza mostrare alcun documento) è riuscito a prendere posto a bordo di un volo della compagnia Jet2 diretto a Roma. Il camuffamento sembrava riuscire in pieno fin quando il bimbo ha accusato un leggero mal d’aria sopra i cieli di Parigi ed è stato costretto a rivelare tutta la verità alla hostess intervenuta per prestargli le dovute cure.

E’ stato il comandante dell’aereo a contattare immediatamente la torre di controllo di Fiumicino, che a sua volta ha allertato la Polizia di Frontiera. Le successive indagini, attivate in collaborazione con l’Interpol, hanno chiarito tutta la vicenda. Per alcune ore l’11enne – capelli rossi, paffutello, maglia di spider man indossata insieme agli infradito – ha atteso il primo volo di ritorno facendo incetta di caramelle, tramezzini e cioccolata. Poi, la sera stessa, è tornato da mamma e papà. Che hanno tirato un bel sospiro di sollievo.

dc

È SUCCESSO OGGI...