Esodo, con la crisi vacanze piú brevi e in auto

0

Le vacanze 2012 saranno piú brevi, preferibilmente in Italia e in auto. 8 italiani su 10 hanno a disposizione una sola settimana di ferie e solo il 15 per cento andrà in vacanza per due settimane. Il 57 per cento raggiungerà il luogo di villeggiatura in auto e chi la possiede "sfrutterà" la seconda casa. Sono alcuni dati resi noti dall'Anas, sulla base di recenti indagini, in occasione della conferenza stampa di presentazione dell'esodo estivo 2012.

Dai dati emerge che l'85 per cento degli italiani intende spendere la stessa cifra o meno dello scorso anno. Molto gettonate le località del Sud Italia come Siracusa, Crotone, Parghelia e Maratea.

"Sarà un esodo all'insegna del risparmio – ha detto l'amministratore unico dell'Anas, Pietro Ciucci – ci saranno piú spostamenti a breve o medio raggio sulle strade statali non a pagamento e piú weekend lunghi. Noi siamo pronti ad affrontare il traffico".

L'Anas prevede che il 4 agosto sarà il giorno da bollino "nero" per quanto riguarda il traffico. Presente alla conferenza stampa il ministro dello Sviluppo economico, delle infrastrutture e trasporti Corrado Passera che, parlando della situazione attuale, ha sottolineato: "Non prevale il pessimismo, ma l'impegno e la reazione dell'economia reale che vuole rispondere con i fatti alla speculazione". "La parola d'ordine quando si parla di esodo è sicurezza – ha detto il nuovo dirigente della polizia stradale Vittorio Rizzi, tra gli intervenuti alla conferenza stampa – la sicurezza é la mission della polizia di stato. Siamo pronti all'esodo con 5mila uomini in strada, 1500 pattuglie 100 moto. Siamo in campo con le tecnologie piú evolute – ha aggiunto – Ma non basta: c'é un bilancio troppo ancora troppo alto per quanto riguarda il bilancio di morti su strada".

È SUCCESSO OGGI...