Cristina D’Avena, «Le mie canzoni non hanno età»

0

«I cartoni animati ti permettono di sognare a qualsiasi età. Aprono, o riaprono, le porte a una sorta di mondo parallelo che ognuno crea a sua immagine e somiglianza, dove poter ballare, cantare e vivere col sorriso sulle labbra e senza pensieri per la testa». Parola della massima esperta del settore Cristina D’Avena, che oggi sarà in concerto all’Any Given Monday, la serata più “scorretta, insolita e anticonvenzionale” della capitale, a Parco San Sebastiano nell’ambito di “Roma Vintage”.

A due passi dai cinquanta, Cristina fa il pieno di spettatori in tutta Italia, che sia al fianco dei Gem Boy, il gruppo rock demenziale col quale da due anni va in giro in tour riproponendo le sue sigle più famose «in versione hard, raggae, addirittura swing. Ci siamo incontrati in un autogrill per caso: è stato amore a prima vista»; o che salga da sola sul palco di club e locali che, ovunque, fanno “a botte” per averla. «Guardo sempre al futuro strizzando un occhio anche al passato». E’ questo il segreto di un successo, il suo, che più passa il tempo e più non conosce tempo. «La nostalgia non fa parte di me, anche se sono la prima fan dei cartoon che mi hanno reso famosa. Li porto appresso, l’ho fatto da sempre, e li ricontestualizzo. Li adatto all’oggi e al pubblico di oggi». Che è sempre più nutrito, sempre più variegato. «Ai miei show c’è il ragazzino stile Harry Potter e poi, a fianco a lui, vedi un rasta con tanto di piercing e tatuaggi. E poi famiglie intere, le nonne che accompagnano i nipoti: un’atmosfera fantastica e forse anche unica nel suo genere».

Il mondo dei più piccoli Cristina non l’ha mai abbandonato, tuttora canta per loro, anche se, ammette, «adoro scrivere, e magari un giorno farò un disco con le tante poesie che ho composto finora». Intanto, aspettando l’ispirazione, si concede ancora una volta alla tv: sul nuovo canale 47 del digitale terrestre, proprio da stasera, andrà in onda il suo nuovo programma in compagnia di Patrick Ray Pugliese. «E’ un karaoke in diretta dalle piazze della riviera romagnola. Canteremo e faremo cantare le mie sigle di oggi e di ieri, ma anche pezzi come quelli del primo Jovanotti. Una sorta di “tv dei ragazzi” 2.0».

Fra. Ga.

È SUCCESSO OGGI...