Occupanti senza corrente in protesta

0

Si sono presentati ieri mattina in Comune. Una decina tra donne e bambini, occupanti abusivi dello stabile di via Guerrazzi a Villanova di Guidonia. Da qualche giorno sono senza corrente, nessuno paga più le bollette e l’Enel ci ha messo poco a interrompere il servizio. Si sono seduti in uno dei corridoi di Palazzo Guidoni chiedendo di parlare con il sindaco, senza elettrodomestici e senza luce è dura la vita in casa.

Negli appartamenti di via Guerrazzi sono entrati di notte, una decina di famiglie che nonostante tutto, ordinanza di sgombero compresa, hanno deciso di rimanere nelle case occupate ad oltranza almeno fino a quando, forse, arriverà la forza pubblica. Quella palazzina è destinata ad edilizia residenziale pubblica tramite assegnazione regolare a famiglie bisognose. Nel dicembre scorso è stata acquisita dal Comune che potrà disporne però quando tornerà nella sua disponibilità e, si prevede, ci vorrà tempo. Nel frattempo gli inquilini dei quattordici appartamenti occupati ne sono diventati custodi, l’immobile deve rimanere integro, per questo qualcuno lì ci avrebbe portato pure la residenza. In ultimo, la luce se la devono pagare da soli almeno questo è quanto uscito dall’incontro di ieri mattina con il primo cittadino.

La vicenda degli appartamenti di via Guerrazzi è cominciata con l’occupazione abusiva nel settembre scorso, a ottobre il sindaco si era detto pronto a firmare l’ordinanza di sgombero “per motivi urgenti e contingibili”, aveva detto Rubeis. Dal canto loro le famiglie occupanti avevano scritto una lettera aperta alle Istituzioni per chiedere ” di ritirare le denunce che hanno sporto nei nostri confronti e di concertare con l'amministrazione comunale una trattativa, soluzione, relativa ad un contratto di affitto dell'immobile".

Adriana Aniballi

È SUCCESSO OGGI...