Lavoro, dottorandi contro riforma Governo: ignora problema precarietà

0

L'associazione dottorandi e dottori di ricerca italiani “si farà portatore di una critica molto dura alla riforma del lavoro e del welfare che, venduta come riforma necessaria per i giovani, non fa altro che ignorare il vero problema della precarietà e sottrarre tutele anche a tutto il resto dei lavoratori. La maggior parte dei precari della ricerca, come il resto dei precari del pubblico impiego, rimarrà fuori anche da quei piccoli miglioramenti che la riforma Monti-Fornero ha elaborato”. Questa la presa di posizione espressa dall'Adi, durante la conferenza “A un anno dalla riforma: presente e futuro di dottorandi e precari della ricerca”, che si è tenuta oggi alla “Sala Nassirya” del Senato.

I dottorandi hanno chiesto al Miur “l'abolizione immediata delle tasse per i dottorandi senza borsa e lo sblocco del turn over” e al Governo “l'estensione degli ammortizzatori sociali, come espressione di civiltà, a tutte le forme contrattuali del settore pubblico e del settore privato”. (asca)

È SUCCESSO OGGI...