Romanina, cittadini contro il progetto: occupato l’assessorato

0

Continua la battaglia dei cittadini contro il progetto "Centralità Romanina" di Roma Capitale che secondo gli abitanti porterà altro cemento e nessun servizio per la collettività. Ieri mattina "Cinecittà Bene Comune", il coordinamento di cittadini e comitati di quartiere nato nel Municipio X, ha occupato simbolicamente l'assessorato all'urbanistica di Roma Capitale, in via del Turismo, zona Eur, presieduto dall'Assessore Corsini.

Il raddoppio delle cubature, proposto con due memorie di giunta dall'Assessore Corsini. il mancato previsto prolungamento della metro A, l'inversione delle proporzioni tra pubblico e privato e la mancanza di case popolari rendono inaccettabile e fuori dai principi e dalle linee del Nprg ( nuovo piano regolatore generale) la Centralità della Romanina, «che in questo modo assumerebbe l'aspetto di un grande regalo alla rendita fondiaria e speculativa», hanno dichiarato gli occupanti. «Per questo – aggiungono – abbiamo deciso di consegnare all'Assessore Corsini tre sacchetti di calcinacci, come i tre grattaceli alti più di 60 metri previsti, che rappresentano il nostro rifiuto rispetto alla centralità di Romanina». Solidarietà alla protesta è arrivata dai consiglieri comunali Andrea Alzetta (Sinistra Arcobaleno), Athos De Luca(Pd) e dal presidente di Municipio X Sandro Medici che ha aggiunto: «L'attuale proposta di trasformazione, a differenza da quanto approvato nel Piano Regolatore del 2008, è da ritenersi del tutto insostenibile anche per la mancanza di quelle funzioni urbanistiche necessarie allo sviluppo locale e alla riqualificazione del territorio, quegli elementi insomma che darebbero senso e prospettiva a una politica urbanistica che noi continuiamo a esigere rispettosa della tenuta ambientale e adeguata nei confronti delle esigenze sociali».

cinque

È SUCCESSO OGGI...