Le liti politiche? Si fanno su Facebook

0

Le chiacchiere e gli scontri da bar? Roba da cariatidi. Gli scambi al curaro in aula consiliare? Cose superate, dell’altro secolo. La sana, piena, ricca litigata in Passeggiata? Meglio una sedia, un pc e il fascino del virtuale. Impazza Facebook che, padre e figlio di tutti i blog del mondo, è ormai diventato a pieno titolo l’arena per ogni forma di recriminazione, virtual scazzottata e bacheca di fieri propositi. A balzare all’occhio, tra i moltissimi, sono stati i “post” al fulmicotone mollati sulla rete (basta un click per cancellarli, è vero, ma basta molto meno per fotografarli e metterli da parte) in questi giorni in un acceso scambio di battute sulle pagine personali dell’europarlamentare Pd, Guido Milana e del consigliere comunale Pdl Simone Carboni. Blogger all’attacco e sentite difese a spada tratta: dualismi di altissimo lignaggio e stretto vernacolo frascatano, padri che difendono i figli, amici che chiamano a raccolta parenti e fedelissimi. C’è davvero di tutto.

Nel primo caso (Milana), a scatenare un lunghissimo e velenoso botta e risposta tra l’esponente del Pd ed il blogger tuscolano “Cricchio” (al secolo Angelo Cristofanelli) è stata una quasi banale chiamata al senso civico in momenti di nefasta congiuntura da parte dell’europarlamentare. Chiaramente antigovernativa. Non l’avesse mai fatto, Milana, che ecco una serie di affondi da parte della controparte sull’inchiesta “rimborsi d’oro in Provincia” e su quanto la politica di qua (centrodestra) e di là (centrosinistra) riesce ad offrire. Risultato: si è giunti quasi alle mani. Sul monitor. Nel secondo caso la pietra dello scontro è stata la chiusura per qualche ora dello sportello sicurezza di Frascati. Simone Carboni ha attaccato, il consigliere delegato alla Sicurezza Franco D’Uffizi ha replicato e in difesa del più giovane (Carboni) sono intervenuti amici, simpatizzanti, elettori e pure i parenti. Risultato? Siamo arrivati alle minacce. Fisiche e di querele.

 Marco Caroni

È SUCCESSO OGGI...