La discarica sfratta la filiera del tufo

0

Migliaia di metri cubi di monnezza al posto di escavatori e macchine per l'estrazione del tufo. Così la storica filiera di Roma nord rischia di terminare la propria attività. In centinaia potrebbero perdere il posto di lavoro a causa dell'annuncio di apertura di una nuova discarica nelle cave di Quadro Alto. Sono gli eredi di tre generazioni di lavoratori, oggi per lo più stranieri, che hanno portato avanti una vera e propria "arte". Per 91 anni le cave sono state l'unico mezzo di sostentamento per intere famiglie. Un lavoro di grande fatica, avviato nel 1920 con l'apertura del primo consorzio per l'estrazione. Oggi le società impiegate sono cinque e alcune di loro esportano in tutta Europa. Un'attività che non ha mai conosciuto crisi e che è riuscita a emergere dal drastico calo delle commesse di due anni fa. Oggi però nessuna via d'uscita sembra esserci per l'arrivo dei rifiuti romani.

Azienda e sindacati sono fianco a fianco per combattere una battaglia insieme ai cittadini. Ieri pomeriggio presso la Cittadella ecumenica, in via Taddeide 42 si è svolta la prima assemblea dei lavoratori e delle lavoratrici delle imprese edili ed estrattive convocata dalla Feneal Uil Roma. Durante l'incontro è emersa la drammaticità di una recessione che rischia di coinvolgere circa 200 famiglie. 40 sono i lavoratori direttamente coinvolti nell'area della futura discarica, tutti appartenenti ai consorzi di Quadro Alto e Cave Fantini. Ma l'allarme è per tutte le aziende dell'indotto. Ci sono artigiani per le revisioni delle seghe e i dischi, fornitori di carburanti e piattine e persino camerieri e baristi di due attività di ristorazione collocate sui cantieri. In tutto un centinaio, compresi anche gli altri lavoratori delle cave adiacenti al sito individuato dal prefetto. «Come si potrà lavorare in futuro in un'area dove ci sono rifiuti? – si chiede Roberto Di Marco della Feneal Uil. Il rischio per la salute è troppo alto. Non ci sono le condizioni».

I sindacati hanno annunciato forme di protesta e saranno  presenti anche loro alla manifestazione in programma oggi in piazza Santissimi Apostoli. Ma le iniziative non finiranno qui. «Siamo in allarme, l’endemica fragilità del tessuto economico dei piccoli centri l’impatto socio-ambientale della discarica e, più ampiamente, la pesante recessione in atto – dichiara Francesco Sannino, segretario Generale Feneal Uil Roma – lasciano facilmente comprendere che la crisi occupazionale, che colpirà primariamente le attività estrattive, è destinata ad aggravarsi rapidamente fino a coinvolgere l’intero territorio. L’annoso problema della gestione dei rifiuti riteniamo richieda anzitutto soluzioni condivise con la popolazione locale e dei comuni limitrofi e con le parti sociali».

Carmine Seta

È SUCCESSO OGGI...

Torpignattara, chiuso dalla polizia un bar diventato sede di vari episodi di criminalità

0
Chiuso con ordinanza del Questore di Roma un bar in via di Torpignattara. Gli agenti del commissariato di zona, diretto da Giuseppe Amoruso, dando seguito alle disposizioni della Divisione Polizia Amministrativa e...

Atac, dal primo settembre rinnovi tessera on line per le persone con disabilità

0
Dal prossimo primo settembre le persone con disabilità potranno ricaricare on line la tessera del proprio abbonamento. Non sarà più necessario, quindi, recarsi in biglietteria per l'acquisto, ma si potrà completare l'operazione...

Castel Romano, sequestrato il Villaggio della Solidarietà

0
Nella mattinata odierna personale del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale , appartenente al Reparto Tutela Ambientale ed Urbanistica della U.O. S.P.E e del Comando Generale, ha dato esecuzione al sequestro...

Roma, denunciato per lesioni personali, minaccia aggravata e danneggiamento un 40enne romeno. Sequestrata una...

0
Nella giornata del 14 luglio scorso, gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Villa Glori, diretto da Anna Galdieri, hanno effettuato un controllo nei confronti di un uomo sottoposto alla misura...

Trastevere, due gli arresti degli agenti del commissariato nelle ultime 24 ore

0
Nel corso degli ordinari servizi di controllo del territorio, volti a prevenire e a reprimere i reati e a garantire l’ordine e la sicurezza pubblica nel quartiere di Trastevere, gli agenti del...