Torretta di Capelvenere saccheggiata

0

La storica torretta di piazza Capelvenere saccheggiata e violata dai ladri. Il furto è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato, nella struttura di Acilia, sede di numerose associazioni culturali e di incontri dei comitati di quartiere dell’entroterra. I danni sono stati notevoli: sottratti computer, stampanti, stereo, telefoni, impianti di amplificazione, perfino strumenti musicali. Le serrature, poi, sono diventate inservibili a causa dell'effrazione effettuata dai malviventi. Già sabato e domenica molti volontari sono intervenuti sul posto per ripulire e mettere in sicurezza la torretta dopo la notte di devastazione. I ladri, denunciano ora dal Pd di Acilia, hanno potuto agire indisturbati.

«Ed è proprio questo che lascia perplessi, laddove l'atto in se lascia sgomenti – sottolinea il segretario Fabio Boccuni – Come hanno potuto, i ladri, avere il tempo di controllare palmo a palmo 10 stanze più gli scantinati, e poi trasportare la refurtiva comodamente sul loro mezzo? E' questo che siamo diventati, dopo 42 mesi di amministrazione di centrodestra, una periferia far-west in cui tutto è possibile? Per portare a termine un atto del genere, infatti, si deve avere la certezza di agire indisturbati, si deve avere la netta percezione che nessuno interverrà, che nessuno vigilerà, che nessuno, neanche casualmente, controllerà di notte se in quella piazza ci siano vandali, ladri, o aggressori». Non hanno aiutato, sottolineano dal Pd, né le telecamere nè le colonnine sos della zona, tutte inattive.

«Ci aggreghiamo al Gruppo Municipale del Pd nel chiedere le dimissioni di Vizzani, – aggiunge il segretario Pd Acilia – aggiungendo una motivazione in più a quella della mancata manutenzione del fosso che ha allagato l'entroterra, nonostante due anni fa si fossero spesi milioni di euro in somma urgenza per metterlo in sicurezza. Il presidente del XIII si deve dimettere perché ha abbandonato l'entroterra, ha abbandonato la piazza simbolo della sua rinascita; il Consiglio da lui presieduto ha rigettato gli emendamenti Pd sul recupero della vetrata della torretta, sulla sistemazione del verde della piazza, sulla lotta al degrado. Da tempo il Pd di Acilia denuncia i problemi e le carenze di interventi nell’area di Capelvenere. Nessuna risposta. L'assenza dell'amministrazione ha trasformato questa parte di città in un deserto culturale e sociale e ha omesso ogni vigilanza, non attivando le telecamere e non istituendo alcuna forma di controllo territoriale. La responsabilità politica di questo scempio è, dunque, chiara».

 Valeria Costantini

È SUCCESSO OGGI...