Palmieri dice addio alla Giunta

0

Un'Amministrazione che rischia di sgretolarsi prima del suo naturale epilogo quella guidata da Raffaele Montecuollo, da oltre 9 anni primo cittadino di Lariano. Il sindaco-farmacista da ieri mattina si ritrova con una nuova ferita da dover tamponare, anche se questa volta l'emorragia rischia di diventare insanabile. Con una lettera dai toni accorati l'assessore Maurizio Palmieri, nelle cui mani erano riposte le deleghe a Lavori Pubblici, Fognatura, Depurazione, Pubblica illuminazione e Servizio idrico, ha infatti rassegnato le dimissioni, squarciando la tela di un quadro che già faticosamente si reggeva su di un muro ormai pericolante. Decisive le turbolenze e i dissidi degli ultimi giorni, con l'opposizione che aveva già duramente criticato gli epiloghi dei recenti Consigli comunali.

Parla di «atmosfera tutt'altro che coesa» e di «insulti personali» l'ormai ex assessore Palmieri, prima di spiegare i motivi di questa fuoriuscita: «In maggioranza c'è ormai sfiducia e sospetto uno dell'altro e tutto ciò sfocia nell'inerzia dell'Amministrazione nel non sapere o volere affrontare i reali problemi della città, incaponendosi su questioni che la popolazione guarda con sospetto, non avendo più fiducia nelle persone che le stanno gestendo. Ormai da molto tempo mi sentivo estraneo a questa maggioranza – ha aggiunto – e non mi sento più nelle condizioni di far parte di questa Giunta». Quanto all'immediato futuro da consigliere «m'impegno fin da ora a valutare con obiettività, serenità e cognizione di causa ogni questione che sarà posta, tenendo presente sempre e solo l'interesse della cittadinanza». Tutt'altro che fugate le ipotesi di una sua candidatura a sindaco: «Di fronte a certe candidature già palesemente emerse – ha sottolineato Palmieri inserendosi a pieno titolo nella palma dei pretendenti – non mi sento certamente in seconda linea». 

 Daniel Lestini

È SUCCESSO OGGI...