Il “caldo” sabato dei Castelli

0

Altro corteo del “No Inc”, altro successo di pubblico e critica. Sabato pomeriggio il coordinamento è sceso in piazza contro l’ampliamento della discarica di Roncigliano e contro il progetto di inceneritore del monopolista Cerroni. Un serpentone umano, colorato e civile, che ha sfilato per le vie di Albano e Ariccia per poi chiudersi festosamente a Genzano. Un bagno di folla e di famiglie a cui non sono voluti mancare partiti, amministrazioni locali e associazioni vicine alla tutela della salute e dell’ambiente. Da una parte, infatti, i sindaci Gabbarini e Cianfanelli, l’assessore albanense Fiorani e i Verdi del consigliere regionale Bonelli (solo per citarne alcuni).  Dall’altra tante organizzazioni cittadine: Villaggio Ardeatino, comitato “Rifiuti zero” di Fiumicino, “Salviamo il lago di Albano”, “Salute e ambiente” di Cancelliera, “No turbogas Aprilia”, Anpi di Albano, nonché una folta rappresentanza di chi in queste ore sta vivendo il rischio di ritrovarsi “monnezza” sul proprio territorio ovvero Riano, Corcolle e San Vittorino.

Tutti insieme per opporsi ad una modalità di gestione e chiusura di ciclo dei rifiuti che nel Lazio passa ancora per discariche, rifiuti indifferenziati e inceneritori. «Questa modalità – ha spiegato il referente legale Castri – è sbagliata e va cambiata la tipologia tramite l’avvio del porta a porta, riduzione, riciclo e riuso». Il modello Cerroni, chiamato settimo invaso e futuro inceneritore, è dunque fuori moda e il “No Inc” sta tentando di “esautorarlo”, passando per le vie legali: «Abbiamo due ricorsi al Tar contro il settimo invaso. E l’istanza è diventata più importante poiché l’ufficio urbanistica del Comune di Albano ha certificato i 179 metri di distanza della discarica dal primo centro abitato: un limite illegittimo, che sfora ogni normativa». Non solo: «Giovedì prossimo – ha aggiunto Castri – avremo un'udienza per cercare di sospendere il funzionamento del settimo invaso e nelle prossime settimane dal Consiglio di Stato attendiamo di sapere la sorte del progetto di inceneritore». La speranza è che venga confermata la sentenza del Tar del dicembre scorso: sarebbe una vittoria per tutta la comunità.

Marco Montini 

È SUCCESSO OGGI...

MAFIE, RELAZIONE DIA: “LAZIO VERO E PROPRIO LABORATORIO CRIMINALE”

0
"L'alta densità abitativa del Lazio e, in particolare, della provincia di Roma si riflette inevitabilmente sulle dinamiche criminali del territorio. La compresenza, infatti, di rilevanti interessi economici e politici, ma anche di...

Romeno ucciso a Roma, condannato connazionale

0
E' stato condannato a sedici anni il romeno accusato dell'omicidio di un connazionale avvenuto il 9 luglio2018 a largo Roberti a Roma, a pochi metri dal ministero dell'Istruzione. Lo hanno deciso i...

Rubano i soldi dalla cassa di un B&B: la polizia denuncia per furto aggravato...

0
Hanno prenotato una stanza in un B&B nel centro della capitale e, una volta arrivati, hanno forzato la cassa dove i gestori custodivano il denaro, sottraendo l’intero incasso della giornata. Immediato l’intervento della...

Castelli, denunciato per porto abusivo di armi e oggetti atti a offendere

0
Durante alcuni controlli effettuatati nel territorio di Frascati, gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Lazio hanno denunciato in stato di libertà un uomo di 53 anni, fermato dalla Polizia durante un posto...

Omicidio al Divino Amore, 48enne in caserma

0
E' in corso in questi minuti l'interrogatorio, alla presenza del magistrato di turno, dell'uomo che si trova nella caserma dei Carabinieri del Divino Amore, a Roma. La persona, secondo quanto si apprende,...