Quel giardino è sporco e buio

0

Unica area verde nella zona di Acilia sud e invece di essere una risorsa è abbandonato all’incuria. Parco Arcobaleno in via Umberto Lilloni è sporco e fatiscente. Ieri il consigliere comunale Sel, Gemma Azuni, ha presentato un’interrogazione al Comune di Roma per chiedere spiegazioni sullo stato indecoroso del parco. I prati verdi, dove potrebbero giocare i bambini sono invece invasi dalla spazzatura; i cestini sono quasi sempre ricolmi, tra gli alberi e i cespugli spesso trovano riparo i senza tetto. Le ripetute segnalazioni da parte dei cittadini e del Comitato di quartiere Acilia sud2000 sono cadute nel vuoto. A parte qualche intervento sporadico e volontario da parte dei residenti stessi, non ci sono state operazioni di pulizia o di manutenzione da parte delle istituzioni.

«Nel 2009 avevo già presentato due interrogazioni e numerose lettere, rimaste senza riscontri, per sostenere le sacrosante richieste dei cittadini stanchi del degrado e delle inevitabili ripercussioni sulla tenuta della coesione sociale», afferma la Azuni. «I nuovi quartieri in periferia registrano la più alta presenza di minori ai quali non vengono assicurati gli standard qualitativi minimi di manutenzione degli spazi verdi per la loro fruibilità». Ancora nessuna soluzione anche per la mancanza dell’illuminazione. L’impianto è stato terminato da cinque anni ma, nonostante i notevoli costi di realizzazione, non è mai stato attivato. L’interrogazione del consigliere Azuni si unisce all’appello presentato qualche giorno fa dal presidente del Comitato Acilia sud2000 Alessandro Meta all’Assessore per l’ambiente Giancarlo Innocenzi.

Fabrizia Memo 

È SUCCESSO OGGI...